Quali sono i requisiti di una S.r.l.s. e come presentarla online

Da 5 anni a questa parte è possibile registrare una nuova forma di società di capitali: la S.r.l.s. (Società a responsabilità limitata semplificata). La S.r.l. semplificata, introdotta dal decreto legge n. 1 del 24 gennaio 2012, convertito con modificazioni dalla legge n. 27 del 24 marzo 2012, nasce con l’obiettivo di incentivare l’imprenditoria giovanile.

Negli ultimi tempi, l’integrazione dei giovani nel panorama imprenditoriale italiano ha influenzato in maniera considerevole l’andamento dell’economia grazie anche a una maggiore fiducia negli under 30 e nei settori innovativi in cui decidono di investire. La nascita delle S.r.l.s., oltre a spingere ancora di più l’espansione delle società di capitali, ha offerto in maniera nettamente più agevolata la possibilità di creare un business senza imbattersi in troppi ostacoli burocratici.

Quali sono le particolarità di una S.r.l.s.

Per costituire una S.r.l.s. è necessario:

  • possedere un capitale minimo di 1 euro e massimo di 10.000 euro – il capitale verrà versato interamente alla data di costituzione della società;
  • indicare gli amministratori che non devono più essere necessariamente soci;
  • che sia costituita solo da persone fisiche;

Non è necessario:

  • possedere specifici requisiti anagrafici per amministrare e/o costituire una società;
  • pagare un notaio il quale si limiterà a controllare i requisiti e a depositare l’atto costitutivo entro 20 giorni senza chiedere alcun compenso;

Stando ai dati di Unioncamere il numero di S.r.l.s. è destinato a salire. Verso la fine del 2015 erano circa 80 mila le S.r.l.s. iscritte al Registro delle imprese ovvero il 5,4% del totale delle S.r.l.. Questo dato rivela una crescita pari a 36 mila unità (+80%) rispetto al 2014. Sempre secondo Unioncamere, circa un terzo delle S.r.l.s. viene costituito da giovani con età inferiore ai 35 anni, i quali orientano il proprio business principalmente verso attività del settore terziario. Queste ultime, generalmente di piccole dimensioni e di natura familiare, richiedono generalmente meno investimenti di capitali e per questo risultano più facilmente gestibili nell’ambito di una S.r.l.s.

S.r.l.s. in Italia

S.r.l.s. settori 2015

Come può una S.r.l.s. farsi riconoscere online

Qualche tempo fa abbiamo parlato di quanto sia importante fare buon uso dei social network per una presenza aziendale online. Affinché la presenza online ci sia, bisogna prima però creare un sito aziendale e pensare al dominio da scegliere. Quale può essere quindi il dominio giusto per una S.r.l.s. o per una S.r.l.? La scelta di un dominio appropriato può rientrare nella lista delle strategie di marketing e di SEO di un’azienda. Non sempre un dominio geolocalizzato è la scelta più rilevante per la propria presenza online. Ad esempio il dominio .SRL., appartenente al vasto mondo dei nuovi gTLD, fornisce una chiara immagine professionale.

.SRL

I vantaggi per una S.r.l. o S.r.l.s. che registra un dominio .SRL, sono:

  • un’identificazione online immediata con chiaro riconoscimento della forma societaria dell’attività;
  • la possibilità di scegliere tra una vasta gamma di nomi disponibili, non essendo un dominio “saturo” come spesso accade con i classici .IT, .COM. o .EU;
  • un buon posizionamento nei motori di ricerca.

Sicuramente la scelta del dominio non è l’unico punto da tenere in considerazione quando si decide di portare online la propria S.r.l.s. ma rappresenta di certo un buon inizio.

Katia Smaldone

Autrice e cacciatrice di startup presso news.srl. Sono follemente innamorata dell’Italia e degli italiani (non tutti). Non toccatemi The Big Bang Theory e attenzione a parlare di pizza in mia presenza.

X