Le grosse aziende digitali dei nostri tempi hanno cambiato radicalmente il consumo di prodotti come musica, libri o film. Con la rivoluzione Internet nell’industria dell’intrattenimento, dello shopping nel mondo travel, anche il settore finanziario e bancario fa passi verso modelli sempre più digitali. Oggi si parla di FinTech, termine che racchiude le parole financial services e technology. In questo nuovo settore operano aziende già affermate e molte startup innovative, le quali sfruttano tecnologie Internet per la digitalizzazione di prodotti e servizi finanziari.

Tre previsioni per il settore FinTech e Banking nel 2019

Secondo Frank Jan Risseeuw, CEO di Yolt, piattaforma di smart money lanciata dal gruppo bancario ING, il panorama FinTech e Banking nel 2019 sarà segnato da grandi cambiamenti. Tre sono in particolare quelli delineati dal CEO della piattaforma inglese:

Apertura alle collaborazioni cross-industry e mercato della sharing economy più stabile

Le nuove tecnologie insieme a legislazioni innovative danno vita a collaborazioni tra aziende appartenenti a diversi settori industriali, nonché a una sharing economy più consolidata. Le esigenze degli utenti sono ora poste al centro dello sviluppo del prodotto. Le nuove legislazioni europee a favore dell’innovazione danno uno slancio nel favorire parità di condizioni tra FinTech e banche, favorendo il comparto nel suo complesso. L’Open Banking, ad esempio, ha offerto alle piattaforme finanziarie di aprire le API, creando nuove collaborazioni e facilitando la condivisione di dati, previo esplicito consenso. A beneficiarne sono gli stessi utenti a cui è ora possibile offrire un’esperienza di banking su misura. Secondo il CEO di Yolt “il mercato FinTech si fonderà per creare un ecosistema di piattaforme e servizi costruiti sulle esigenze dei consumatori.”

Un ventaglio di scelte più ampio nel mercato delle money app

La tecnologia si sviluppa e con essa le money app fanno passi, apportando miglioramenti che creano un nuovo livello di personalizzazione per comprendere e reagire alle esigenze degli utenti. L’Open Banking aiuta le piattaforme a fornire dati e anali e aiuta gli utenti nella scelta di operazioni finanziarie più ponderate. Il futuro di questo settore è la personalizzazione che metterà nelle mani dei consumatori strumenti rivoluzioni su misura.

Creare un ecosistema digitale personalizzato

L’Open Banking consente già ai consumatori di condividere facilmente i propri dati finanziari con terze parti autorizzate allo scopo di gestire al meglio il denaro. Un numero sempre alto di utenti si avvicinerà alle money app per tenere traccia dei propri conti bancari, delle proprie spese, creare budget e scegliere prodotti finanziari in un’unica piattaforma. Quello che si verrà a creare è un ecosistema unico e personalizzato che basandosi su un modello intelligente consentirà all’utente di soddisfare le proprie esigenze nei tempi e nei modi più consoni.

Tre tendenze per il settore FinTech e Banking nel 2019

Roderick Simons, CTO di Yolt ha delineato tre trend che nel 2019 avranno la maggiore nel campo Fintech e Banking.

L’uso dell’intelligenza artificiale

L’intelligenza artificiale è un hot topic degli ultimi tempi. Il suo uso trova applicazione in ogni campo e anche nel settore finanziario ha dei risvolti rivoluzionari. Sebbene l’IA oggi non abbia un impatto diretto nel cliente, questa tecnologia viene utilizzata nel backstage del FinTech per creare prodotti più intelligenti, personalizzati e pertinenti all’utente.

Crescita del settore RegTech

Nel 2019 si prevede una crescita del RegTech, contrazione di regulation e technology. È un ambito che si occupa del monitoraggio normativo, reporting e della compliance nel settore finanziario. Una crescita esponenziale in particolare è da registrarsi nell’aria dei servizi finanziari detti Continuous Compliance. Il RegTech fornisce soluzioni per facilitare molte operazioni di compliance alle normative finanziarie, come ad esempio la Know Your Customer (KYC). Per la FinTech ciò si traduce in prodotti più veloci e rilevanti per l’utente.

Tecnologia a supporto dei pagamenti mobili

I pagamenti mobili sono una realtà che prenderà sempre più piede nella nostra società. Questa tendenza col tempo sarà la norma nelle transazioni quotidiane. Il mobile banking e i pagamenti da mobile di certo incentiveranno la diffusione di ulteriori innovazioni legate al FinTech.

FinTech: verso la democratizzazione dei servizi finanziari

Nel futuro saremo i protagonisti del settore FinTech si uniranno per creare un ecosistema di piattaforme e servizi. L’agilità sarà un fattore importantissimo per chi vuole competere in questo mercato in rapido cambiamento. I Big Tech giocheranno un ruolo centrale, grazie alle loro disponibilità, ma già oggi sono presenti diverse startup che stanno rivoluzionando il mercato con servizi e prodotti innovativi. Un fattore non trascurabile per chi opera nel settore finanziario è e rimarrà la sicurezza. Non esiste servizio finanziario senza un alto livello di sicurezza offerto ai propri clienti. L’uso crescente di smartphone e servizi digitali farà perdere la necessità di una struttura bancaria fisica, ma allo stesso tempo si assisterà a una democratizzazione dei servizi finanziari. Le innovazioni in ambito FinTech offrono nuove opportunità per creare servizi e prodotti orientati alle specifiche esigenze degli utenti, il tutto con un accesso semplice e veloce alla portata di tutti.

Leggi anche
Quando lo smartphone diventa una banca mobile
Cosa desiderano PMI e professionisti italiani dalla trasformazione digitale?
15 trend del mondo del lavoro del futuro

Simone Catania

Classe 88, nato e cresciuto ai piedi dell’Etna, il cognome non mente. Non scrivo l’apostrofo invece dell’accento. Addomestico la punteggiatura per professione.

X