Tendenze SEO: non perdere posizioni nei risultati di ricerca

La SEO è un aspetto che domina oramai le strategie di marketing digitale. Il termine, Search Engine Optimization, si è evoluto a scienza o arte, ed è motivo di competizione tra brand e aziende al fine di essere visibili nei primi risultati dei motori di ricerca. A causa degli aggiornamenti costanti e dei cambiamenti negli algoritmi, è fondamentale seguire le ultime tendenze in fatto di SEO. Ecco 7 fattori rilevanti nelle strategie SEO che ti daranno un’immagine chiara degli aspetti su cui prestare maggiore attenzione. Ricorda che mantenere competitivi gli aspetti SEO del tuo brand ha un impatto positivo anche sui tuoi dati di ROI.

Contenuto SEO: qualità piuttosto che quantità

Non è di certo una novità: la creazione di contenuti di qualità non cesserà mai di essere la base del successo della SEO. Gli aggiornamenti degli algoritmi nel 2018 rivelano come Google stia diventando sempre più intelligente. Google ha infatti intensificato l’importanza che attribuisce ai contenuti valutandone la qualità, la profondità e l’integrità. Uno degli ultimi aggiornamenti dell’anno, in particolare, premia i siti che utilizzano elementi multimediali (foto e video) di qualità e valore per l’utente. La qualità del contenuto deve quindi essere uno degli aspetti più importanti. Un contenuto di valore e qualitativo avrà anche maggiori possibili di essere condiviso e citato nel web. Potrebbe essere utile pubblicare magari meno spesso, ma contenuti di maggiore qualità.

Mobile-First: Internet passa dallo smartphone

La crescita esponenziale nell’uso dello smartphone è una tendenza che ha cambiato molte dinamiche di Internet. Tra queste, anche il modo in cui vengono effettuate le ricerche. Le ricerche su dispositivo mobile hanno ormai superato quelle su desktop. Non è una sorpresa che Google ne abbia preso atto e abbia lanciato l’indice mobile first. In poche parole, Google utilizzerà prevalentemente la versione mobile del tuo contenuto per indicizzare e classificare le tue pagine invece di dare priorità alla versione desktop com’è stato fino al 2018.

Il ranking non è solo Google

Nel 2019 l’approccio comprenderà uno spettro molto più ampio rispetto alla semplice ottimizzazione dei contenuti per Google. Sarà cruciale ricordare che esistono anche altri motori di ricerca e piattaforme, soprattutto se lavori in un ambito internazionale. Se il tuo pubblico è alla ricerca di applicazioni, dovresti entrare nel ranking negli app store. Se il tuo pubblico è alla ricerca di video, forse dovresti prendere in considerazione il posizionamento su piattaforme come YouTube. Oggi il consumo di diversi tipi di contenuti ha costretto i brand ad avere diverse presenze sul web. Di conseguenza, adattare i contenuti sui diversi canali è importante per non rimanere fuori dal gioco.

Backlink: una rete di collegamenti

Proprio come creare contenuti di qualità, creare una rete di collegamenti backlink al tuo sito è un elemento che resta cruciale per la SEO. Per i motori di ricerca, la costruzione di collegamenti è forse il fattore principale che verifica l’integrità del contenuto. Sebbene sia sempre più difficile ottenere link di qualità, puoi provare a pubblicare contenuti altamente condivisibili, scrivere guest post, inserire commenti su altri siti, costruire relazioni all’interno della tua nicchia.

Linkless Backlink: ora basta citare!

Un trend nuovo nel mondo SEO. I linkless backlink non sono altro che collegamenti che in verità non contengono link al tuo sito. Il solo fatto di menzionare il tuo brand su un altro sito web, ti aiuterà a scavalcare qualche posizione nel ranking. Un nuovo fattore adottato da Google ma ancora prima da Bing. L’intelligenza di Google ora riconosce menzioni di blogger, influencer e persone per il PageRank. Come con i collegamenti “regolari”, il motore di ricerca riconosce queste menzioni come segnali di fiducia sparsi nel web. I linkless backlink sono ora importanti fattori di posizionamento. Non tutte le citazioni sono positive! È necessario fare attenzione in quali siti viene menzionato il proprio brand controllando regolarmente la tua reputazione online.

Ricerche vocali

Le ricerche vocali sono un trend che sta cambiando completamente il mondo SEO e del marketing. Di certo, non si tratta di un trend passeggero: un comando vocale è decisamente più veloce e semplice rispetto alla scrittura. Le informazioni ricercate si ottengono molto più velocemente (in millesimi di secondo). Il tutto è reso ancora più semplice e stabile con lo strumento ormai più utilizzato, i dispositivi mobili. Per mantenere aggiornata la tua strategia SEO, dovresti approfittare e non perdere questo progresso tecnologico.

Blockchain

La blockchain è una tecnologia molto discussa che nel tempo sembra essere applicata nei campi più svariati. Questa tecnologia avrà un impatto anche su molti modi in cui gestiamo le attività SEO. In che modo la blockchain si relaziona con la SEO? Google potrebbe sfruttare i blocchi per analizzare la link building e penalizzare i siti che presentano link a pagamento. Può inoltre essere verificato il traffico “umano” e dei bot, creando dei dati statistici più chiari. Anche per la ricerca delle parole chiave grazie alla blockchain si potrebbe avere uno spazio di migliaia di dispositivi per creare un’aggregazione di risultati profonda. Ciò porterà anche alla richiesta di un’implementazione di un codice blockchain sui siti web. Le agenzie che si occupano di SEO dovranno fornire servizi di integrazione alla blockchain in un futuro non troppo lontano.

Il marketing digitale e la SEO sono in continua evoluzione e si evolvono insieme alle nuove tecnologie. Le tendenze SEO mantengono alcune regole fondamentali, ma è importante implementare gli ultimi progressi per rimanere competitivi. Resta aggiornato e scopri quali tendenze potrebbero influire le tue strategie e mantenere così il tuo brand competitivo.

Leggi anche
Le 10 principali tendenze del marketing per il 2019
Qual è il ruolo dell’uomo nell’era dell’automazione?
Ottimizzare i collegamenti interni come tecnica SEO

Stephanie Ospina

Amo appassionare i lettori tramite lo storytelling. Come redattrice online voglio aiutare le aziende a conoscere e sfruttare le possibilità offerte dalla trasformazione digitale.

X