Reputazione online per le aziende: cos’è e come gestirla

Nell’era digitale di oggi, tutti hanno accesso a piattaforme che facilitano la libera espressione. Su Internet non è solo più semplice esternare i propri sentimenti, ma anche esprimersi in merito all’esperienza diretta con brand, scambiando idee, pareri e aspettative su un prodotto o servizio. Se desideri costruire un brand che ispiri fiducia, devi saper gestire la reputazione online della tua azienda.

Cos’è la gestione della reputazione online?

La gestione della reputazione online è il monitoraggio della reputazione del brand o di un personaggio. L’obiettivo è quello di affrontare qualsiasi tipo di contenuto potenzialmente dannoso, oltre a sfruttare l’uso dei feedback per risolvere eventuali problemi. Gestita correttamente, la reputazione online diventa essa stessa uno strumento di marketing che rende più facile coinvolgere i tuoi clienti e conoscere gli interessi del tuo pubblico. Ciò da la possibilità di adeguare le tue strategie di marketing e agire proattivamente alla diffusione di commenti negativi. Prendere le redini della situazione prima che il problema raggiunga una maggiore portata è essenziale nella gestione della reputazione online. Una buona reputazione online non rappresenta solo una prima impressione per gli utenti, ma è entra a tutti gli effetti a far parte della brand identity.

Ricerche online e passaparola digitale

Anni fa le persone ottenevano informazioni di base dalle pagine gialle e aspettavano la loro prima esperienza come cliente prima di trarre conclusioni sul negozio o sul prodotto. Oggi chi ha accesso a Internet solitamente conosce e utilizza regolarmente i motori di ricerca grazie alla quale ha accesso a informazioni illimitate. Con il semplice inserimento di una parola chiave è possibile ottenere tutte le informazioni che riguardano un brand. Avere feedback positivi da parte degli utenti e una buona reputazione online generale è un fattore importantissimo per dare un’impressione positiva. Una volta quello che contava maggiormente era il metodo tradizionale del passaparola, tramite il quale due o più persone si scambiano informazioni tra di loro. Rispetto a quel che si può pensare, l’efficace metodo del passaparola è oggi ancora molto comune, la differenza è che il processo si è digitalizzato.

I risultati non sono sempre positivi

È importante essere consapevoli del fatto che i contenuti che gli utenti possono trovare online relativi a un brand non sempre saranno positivi. I commenti negativi sul web contro cui non si è posto rimedio, purtroppo possono danneggiare in modo significativo l’immagine rovinando il potenziale anche futuro dell’attività di business. Se un brand non è posizionato sul web o non ci sono contenuti correlati ad esso nei motori di ricerca, allora è bene non perdere le opportunità di visibilità e posizionare il marchio nel gruppo target.

Internet non è necessariamente un luogo ospitale

Sia le aziende che gli individui devono essere responsabili e prendere alcune precauzioni quando si postano contenuti relativi al proprio marchio in rete o su una qualsiasi piattaforma di social network. Oggi non è un mistero che ciò che viene detto e fatto online non solo è permanente, ma queste informazioni possono diventare virali e viaggiare a velocità mai viste prima. Quando le informazioni negative possono diffondersi a una tale velocità, il tuo brand è fortemente esposto ai pericoli che possono potenzialmente offuscare la propria reputazione. Per queste semplici ragioni, è meglio adattarsi alle esigenze della comunità virtuale, in continua navigazione e prendere atto del parere degli esperti in materia quando affermano che la gestione passiva della tua reputazione online non è più accettata.

 

Leggi di più su online marketing e e-commerce.

Stephanie Ospina

Amo appassionare i lettori tramite lo storytelling. Come redattrice online voglio aiutare le aziende a conoscere e sfruttare le possibilità offerte dalla trasformazione digitale.

www.register.srl

www.register.srl

X