L’importanza di un blog aziendale e come gestirlo

Con l’invasione dei social network non solo nella vita di tutti giorni ma anche in contesti aziendali, molte realtà spesso sottovalutano il valore aggiunto che un blog aziendale può portare al proprio business. Facebook, Twitter, Instagram, LinkedIn ecc. sono infatti ottimi strumenti per l’ampliamento del proprio mercato, ma un blog a volte può giocare un ruolo fondamentale all’interno della strategia comunicativa dell’azienda.

Blog: vetrina per l’azienda

Oltre che essere uno dei tanti strumenti utili ad avvicinare nuovi potenziali partner commerciali e prospect e a trasmettere un’immagine positiva, un blog può anche diventare, se usato correttamente e in maniera continuativa, un punto di riferimento per il settore in cui l’azienda opera. Creare contenuti originali, condivisibili e commentabili, può attrarre l’attenzione degli addetti ai lavori di un campo specifico, trasformando il blog in una fonte di informazione per gli esperti del settore. Il tutto, ovviamente, a beneficio dell’immagine dell’azienda.

6 fattori per gestire un blog

Creare e portare avanti un blog ovviamente non è semplice: occorrono creatività, competenze e soprattutto tempo. A questo proposito www.spinosimarketing.com ha pubblicato un vademecum proponendo 6 punti principali per la gestione di un blog:

Mai dimenticare il target

Che l’obiettivo sia fidelizzare la clientela o trovare nuovi contatti commerciali, la definizione precisa di un target di rifermento è pur sempre necessaria per creare la propria strategia comunicativa e plasmare su di essa i contenuti da pubblicare.

Focus sui video

Nel corso dell’ultimo anno i video hanno letteralmente invaso i social network: partendo da Snapchat, anche Facebook con le dirette live e Instagram con le “storie” si sono adattati a questo trend. Gli utenti hanno bisogno di contenuti vivaci e di rapida fruizione, perché quindi non inserire nel proprio blog contenuti diversi dal semplice articolo?

Tenere gli utenti incollati al blog

Non basta che un utente consulti un blog aziendale una sola volta. Lo scopo deve essere quello di far esplorare il più possibile i contenuti, attraverso rimandi con hyperlink ai diversi articoli, tenendo gli utenti per più tempo possibile sul blog.

Adattarsi a ogni supporto

Come confermano tutti i dati sulle vendite 2016, lo smartphone sta sostituendo velocemente il tradizionale computer. Il blog ideale deve avere un design responsivo ovvero visualizzabile da ogni supporto, sia mobile che fisso. In questo modo il blog sarà consultabile da chiunque attraverso qualsiasi dispositivo, in qualsiasi momento.

Originalità

La tecnica del semplice “copia e incolla” non può funzionare, o almeno non alla lunga. Creare materiale originale o aggiungere comunque considerazioni personali riguardo contenuti terzi è ciò che rende vivo, e soprattutto unico, un blog. Ricordatevi poi di raccontare sempre storie dando consigli.

Condivisione e tenacia

Programmando la pubblicazione di contenuti con regolarità sarà più facile generare aspettative negli utenti e quindi fidelizzarli. Collegando poi i social network, potrete diffondere i contenuti del blog con rapidità. Mai lasciarsi però demoralizzare dai numeri dei primi tempi: anche se non esiste una formula scientifica per avere successo sul web, costanza e tenacia saranno sicuramente utili!

Fai conoscere il tuo blog inserendolo nella directory di Elencoblog.

Leggi anche
Pinterest come strumento marketing per l’e-commerce
Video esplicativi una delle migliori strategie dell’online marketing
Sei aspetti che differenziano un testo online da un testo offline

X