Le aziende gestiscono un volume di dati in costante crescita. Nei moderni ambienti di lavoro, i server giocano un ruolo importante al fine di assicurare il lavoro con backup e memorizzazione dei dati. Ci sono diversi servizi hosting adatti a ogni tipo di azienda. Per molti risulta difficile scegliere il server giusto alle proprie esigenze, soprattutto quando non si hanno esperienza in merito. L’infrastruttura server di un’azienda è un fattore molto importante per il suo successo. Ecco quali soluzioni server poter scegliere e a cosa far attenzione al momento dell’acquisto di un servizio server.

Scegliere un fornitore affidabile

Professionalità nel servizio e nel supporto: sono questi i fattori imprescindibili nella scelta di un fornitore di server. Solo in questo modo è possibile garantire un elevato grado di sicurezza, disponibilità e prestazioni. Soprattutto al giorno d’oggi, in cui la perdita o la manomissione di dati può causare gravi danni alle aziende, la scelta del server è un elemento fondamentale.

Server dedicato

I server dedicati sono destinati a uno scopo ben specifico e i componenti hardware ospitano solitamente un solo cliente. I server si trovano nel data center del provider. Il vantaggio di utilizzare questo tipo di soluzione server la possibilità da parte del cliente di configurare come meglio crede il proprio sistema. I server dedicati sono utilizzati per progetti web più complessi con un fabbisogno di risorse calcolabile, nonché per progetti ambiziosi di sviluppatori o di grandi negozio online. Un altro vantaggio di avere un server dedicato è l’elevato fattore di sicurezza, poiché l’accesso è limitato all’host e al cliente. Dal momento che i server dedicati sono un dispositivo fisico autonomo in un centro di elaborazione dati, le estensioni sono limitate. In questi casi i Bare Metal Server sono l’opzione migliore.

Bare Metal Server

Un Bare Metal Server, traducibile come server in metallo nudo, si basa fondamentalmente sul server dedicato. Anche qui si tratta di un hardware nel centro di calcolo del provider messo a a disposizione per un solo cliente. Il Bare Metal Server combina i vantaggi di un hardware potente e dedicato con la scalabilità flessibile e la capacità di backup semplice di un’infrastruttura basata su cloud. Questo tipo di server è adatto anche per progetti web, ma è possibile realizzare anche progetti impegnativi con un fabbisogno di risorse costantemente elevato. I server in metallo nudo sono generalmente più costosi delle soluzioni cloud. Questo server si rivolge principalmente a clienti commerciali e a progetti web professionali. A differenza dei server dedicati, non sono necessarie lunghe migrazioni e aggiornamenti se si desidera aumentare le prestazioni in seguito. Con i bare metal server, il sistema operativo e i servizi delle macchine virtuali (VM) possono essere facilmente migrati a un hardware più potente.

Cloud server

Nei modelli di hosting condiviso e cloud computing, le risorse del server vengono condivise da più “inquilini”. I server cloud sono generalmente caratterizzati da un’elevata flessibilità e garantiscono perlopiù la massima disponibilità e affidabilità. A differenza dell’hosting tradizionale, questa opzione offre una ridondanza hardware completa, perché i dati utente non vengono distribuiti su un sistema chiuso, ma replicati su diversi dischi rigidi. Anche dal punto di vista economico, le soluzioni cloud possono essere più vantaggiose, perché in fattura viene inserito solo il servizio realmente utilizzato. Questa soluzione è particolarmente adatta per progetti flessibili in cui l’utilizzo della capacità non è prevedibile sin dall’inizio. Il fabbisogno di risorse può essere adeguato in tempo reale. Con i modelli di hosting condiviso e cloud, tuttavia, si deve sempre tenere conto del cosiddetto “effetto Noisy Neighbour”. Ciò si verifica quando un partecipante, consapevolmente o inconsciamente, ha bisogno di più risorse di quante ne abbia effettivamente diritto. Ciò può influire sulle prestazioni e sulla stabilità degli altri inquilini. Un cloud server è quindi ideale per entrare nel mondo dei server virtuali. Questa soluzione è particolarmente adatta per progetti web di piccole e medie dimensioni, per i quali un normale pacchetto di hosting condiviso offre poche opzioni di configurazione e prestazioni, ma un server dedicato andrebbe oltre i requisiti del progetto server. I server cloud offrono una maggiore flessibilità rispetto ai server dedicati tradizionali (ISO27001).

Il server non è tutto

Oltre alle proprietà specifiche del server, ci sono altri aspetti da tenere in considerazione, come una SLA o una certificazione del data center. Specialmente con i Dedicated e Bare Metal Server si dovrebbe prestare attenzione anche al tipo di hardware utilizzato. Questi sono tutti fattori che influenzano anche il prezzo.

Ho scelto un server non adatto alla mia azienda – e ora?

Cosa fare se le mie esigenze sono maggiori rispetto a quanto previsto? La risposta dipende molto dal provider e da quanto velocemente permetta di passare da una soluzione all’altra. Si tratta dunque di un aspetto da prendere in considerazione quando si effettua la propria scelta, in particolarmente per i più inesperti. Se avete scelto il server sbagliato ad esempio con un utilizzo limitato rispetto alle vostre esigenze attuali, un buon fornitore dovrebbe poter risolvere il vostro problema in pochi minuti.

Il mercato dei server è in crescita

L’attività con i server sembra essere oggi molto redditizia. Nel quarto trimestre 2017 il mercato globale dei server è cresciuto del 26% ammontando a 18,6 miliardi di dollari. Son due i fornitori di server che sembrano emergere particolarmente: IBM, questo e la società cinese Inspur Electronics. Un generale rapido aumento è stato osservato soprattutto negli Stati Uniti e nella regione Asia/Pacifico. Anche la regione EMEA (Europa, Medio Oriente, Africa) è cresciuta. Solo in Giappone e Sudamerica le vendite server e il fatturato sono stazionarie. Parallelamente ai ricavi da servizi, nell’ultimo trimestre le vendite hardware server sono aumentate dell’8,8%, raggiungendo circa 3,2 milioni di dispositivi. Ciò è dovuto al fatto che le aziende negli anni hanno sempre più dati da immagazzinare.

La scelta del server non si limita a pochi fattore

Quando si è alla ricerca del giusto server per la propria azienda deve essere chiara fin dal principio come si intende utilizzarlo, perché diversi compiti necessitano di diverse esigenze tecniche. Inoltre ci sarebbero da considerare fattori come l’efficienza energetica, il rapporto prezzo-prestazioni, la compatibilità, ecc. Le possibilità sono molteplici: se non siete esperti IT, una consulenza esterna professionale può sicuramente aiutarvi. A intervalli regolari può essere d’aiuto fare il punto della situazione e, se necessario, decidere in merito a una nuova soluzione server o a un aggiornamento.

Potrebbe interessarti leggere
Perché Dropbox ha lasciato AWS per un proprio data center?
Cos’è il Machine Learning e perché migliora l’esperienza cliente?
Cosa frena la trasformazione digitale delle aziende?

Milena Rabenstein

Redattrice online con un forte interesse per le idee innovative. Mi pongo l'obiettivo di informare i lettori sugli ultimi trend e le novità in campo digitale e creare consapevolezza verso le ultime novità utili alle aziende.

X