Oggi bastano pochi clic per inserire i propri acquisti nel carrello virtuale e riceverli comodamente a casa in un pacco tramite corriere. Le spedizioni e i pacchi sono il fulcro del lavoro offline dell’e-commerce, il modo in cui il prodotto può raggiungere l’utente. È stato stimato che entro il 2030, l’e-commerce rappresenterà un terzo del settore retail a livello globale. Di conseguenza, i rivenditori online stanno espandendo le proprie offerte logistiche acquisendo più della metà del volume di pacchetti B2C.

Boom e-commerce, boom nella logistica

Il boom dell’e-commerce continua: il mercato globale legato al commercio online crescerà del 10% ogni anno, cinque volte più veloce rispetto alla vendita al dettaglio. Nel 2018 il 40% della popolazione mondiale ha effettuato un acquisto online. Il valore dell’e-commerce B2C nel mondo per il 2018 è stimato in 2.875 miliardi di dollari. Si tratta di una crescita del 12% rispetto al 2017 e dell’11% rispetto al valore delle vendite retail (fonte: Casaleggio Associati). L’area Asia-Pacifico è leader del mercato e-commerce mondiale con una crescita del 27% rispetto all’anno precedente e una produzione di 1.892 miliardi di dollari. In quest’area ci sono due dei più grossi e-commerce al mondo: Alibaba e JD.com. (Scopri Le 10 aziende e-commerce più grandi al mondo per fatturato nel 2019). Ciò ha naturalmente delle conseguenze sul comparto della logistica. Circa l’80% dei prodotti acquistati sul web devono essere spediti. In quali paesi viene spedito il maggior numero di pacchi? A questa domanda rispondono i risultati di uno studio della società di consulenza McKinsey & Company chiamato “The endgame of postal networks. How to win in the age of e-commerce”.

Questi i paesi che spediscono più pacchi

I pacchi provenienti dai negozi e-commerce contengono per lo più prodotti di due settori: al primo posto articoli del settore dell’elettronica, segue, non sorprendentemente, l’industria della moda. In Italia producono rispettivamente il 3,3% e il 2,2% del fatturato e-commerce (esclusi i grossi centri commerciali online). Quali sono i paesi in cui vengono spediti più pacchi? Con riferimento al 2018 i consulenti di McKinsey & Company hanno analizzato 17 mercati e il loro rispetto volume di pacchi spediti. Con questi dati è possibile stilare in quali paesi vengono spediti più pacchi.

10. Italia e Indonesia

Con due pacchi pro capite l’Italia si piazza al decimo posto insieme all’Indonesia.

9. Singapore e Svezia

L’isola città-stato è un centro finanziario globale e registra una media di sei pacchetti per abitante. Stessa cifra per la Svezia che ha registrato nel 2017 11,5 miliardi di euro di fatturato e-commerce.

8. Belgio e Svizzera

Almeno 9 pacchi pro capite il numero raggiunto dal comparto di spedizione e-commerce in Belgio e Svizzera.

7. Paesi Bassi

Una relazione Twenga afferma che il 71% degli olandesi nel 2016 ha effettuato acquisti online, percentuale molto più che alta della media europea (53%). Con 12 pacchi pro capite i Paesi Bassi sono al settimo posto.

6. Austria

In media un austriaco spende 780 € l’anno in acquisti online per una media di 14 pacchetti inviati.

5. Irlanda

Sono 2,89 milioni gli utenti e-commerce in Irlanda a cui in media vengono consegnati 15 pacchi pro capite.

4. Stati Uniti

Negli USA patria dei primi grandi negozi online eBay e Amazon (La storia del futuro: la nascita dell’e-commerce), l’e-commerce è molto popolare e ogni persona riceve in media 21 pacchetti all’anno.

3. Regno Unito

Con un fatturato pari a 82,11 miliardi di dollari, nel Regno Unito vengono inviati pro capite 22 pacchi.

2. Germania

La Germania è la principale potenza economica europea e patria del big dell’e-commerce nel campo della moda Zalando (I siti e-commerce di moda più popolari in Italia). L’anno scorso un tedesco ha ricevuto in media 24 pacchetti.

1. Cina

In un confronto internazionale la Cina è di gran lunga il paese in cui vengono inviati più pacchi. In media nel 2018 ogni persona ne ha ricevuti ben 70, aggiudicandosi così il primo posto tra i paesi in cui viene spedito il maggior numero di pacchi.

numero di pacchetti pro capite per paese
Numero di pacchetti spediti pro capite nei vari Paesi. Fonte: McKinsey & Company.

Il comparto logistico vale oggi 240 miliardi di euro

Al momento nel mercato mondiale per la logistica e-commerce competono aziende di logistica, rivenditori online e poste. Il business dei pacchi ha recentemente raggiunto un valore di oltre 240 miliardi di euro. Il boom dell’e-commerce non si ferma qua: nuovi trend alimentano il settore come l’apertura di nuovi mercati in Europa dell’Est o nell’Africa subsahariana, gruppi target per clienti più anziani e nuove categorie di prodotti come l’arredamento o articoli alimentari. I grossi centri commerciali online rappresentano il 40% di tutti gli acquisti sul web a livello mondiale e stanno espandendo le proprie offerte logistiche. Sebbene le aziende postali generino attualmente il 40% delle loro entrate tramite l’invio delle lettere, il volume in tutti i principali mercati è diminuito costantemente negli anni. Se nel 2005 il rapporto lettere-pacchi nel suo complesso era 20:1, oggi è solo 4:1. Secondo le previsioni di McKinsey si arriverà entro il 2025 a un rapporto pari a 1:1. “Questa dinamica di mercato porta a notevoli opportunità di crescita, specialmente in mercati meno sviluppati, ma allo stesso tempo rappresenta una sfida per le aziende postali e i fornitori di servizi di logistica in tutto il mondo. Vediamo una notevole necessità di trasformazione anche per gli operatori di mercato consolidati” ha affermato Florian Neuhaus, partner di McKinsey.

Simone Catania

Classe 88, nato e cresciuto ai piedi dell’Etna, il cognome non mente. Non scrivo l’apostrofo invece dell’accento. Addomestico la punteggiatura per professione.

X