Per attuare una trasformazione è necessaria una certa determinazione. Per affrontare il cambiamento bisogna inoltre possedere certe conoscenze e skill. Sei un imprenditore o un responsabile aziendale nel campo della trasformazione digitalizzazione? Essere un leader digitale non è semplice, dal momento che digitalizzare significa cambiare. E tutti sappiamo quanto sia difficile apportare dei cambiamenti nella nostra vita, ma ancora di più all’interno di un’azienda. Il primo aspetto che ti rende un leader digitale è essere disposto al cambiamento.

Il leader digitale vuole un cambiamento

In molte aziende e consigli di amministrazione in primo piano ci sono i risultati dell’attuale core business. Proporre un nuovo modello di business basato sul digitale si rivela ancora un’azione coraggiosa. Secondo un dato 2018 di Confprofessioni l’età media dei professionisti italiani è di 46,6 anni. Intorno ai 50 anni si aggira invece l’età media degli imprenditori. Con il passare del tempo e l’aumentare dell’età, l’essere umano è sempre più restio e critico nei confronti dei cambiamenti. Questo ha un forte peso nel processo di trasformazione digitale poiché “cambiare” è forse la sua caratteristica essenziale. Oltre a questo dato, c’è anche da dire che volere un cambiamento significa anche accettare un certo grado di incertezza, dal momento che la struttura economica non è progettata per affrontare rischi. Il salto in un processo di digitalizzazione può essere considerato critico per molte aziende. Volere ed essere pronto a un cambiamento è il primo fattore che ti rende un leader digitale.

Il leader digitale sa digitalizzare

Volere un cambiamento però non è tutto. La trasformazione digitale non si attua premendo un semplice tasto. Alla base di un processo di digitalizzazione devono esserci specifiche conoscenze e un know-how associato alla creazione di valore digitale. Conoscere le basi dell’economia digitale è un tassello essenziale per un leader digitale. Le conoscenze delle tecnologie, dell’economia e del mercato digitale non sono ancora popolari tra gli imprenditori italiani. Il manager di oggi e quelli del futuro avranno necessariamente bisogno, oltre che di competenze specialistiche e sociali, di un’alfabetizzazione digitale per essere in grado di portare avanti un business. Questo non vale solo per chi ricopre posizioni nel management, ma anche per tutti i dipendenti dell’azienda. In un contesto di cambiamento digitale, tutte le attività economiche devono essere prese in considerazione per spostare, passo dopo passo, il proprio business dall’analogico al digitale. Per molti dirigenti aziendali e responsabili ciò può voler dire tornare a imparare di nuovo e ottenere una formazione concreta in materia digitale. Quanti imprenditori dell’economia analogica torneranno sui “banchi di scuola”? È molto più probabile che le aziende deleghino l’attività di cambiamento venga a un Chief Digital Officer (CDO). Questo non deve escludere che anche tutti gli altri responsabili acquisiscano un know-how di base per l’orientamento strategico dell’azienda. Le competenze in materia digitale sono il secondo componente essenziale di un leader digitale.

Il leader digitale implementa la digitalizzazione

Dal backstage al palcoscenico: il lavoro svolto dietro le quinte deve poi trovare una sua concreta attuazione in progetti digitali. L’attenzione deve a questo punto focalizzarsi sulle cosiddette tre P digitali: processi, prodotti e piattaforme. Questi elementi devono essere strutturati e progettati per rispondere agli specifici obiettivi aziendali. L’automazione dei processi è spesso la necessità più comune a cui si aggiunge il lavoro più grosso, ovvero la digitalizzazione del prodotto o del servizio. Le piattaforme digitali oggi hanno conquistato il mercato globale, diventando un modello di business vincente. In Europa un milione di aziende, di cui il 50% è rappresentato da piccole e medie imprese, che vende beni e servizi tramite una piattaforma online (Fonte: Commissione europea). Nel B2C digitale i Big data sono diventati il nuovo tassello chiave tra consumatori e fornitori. Mettere in pratica la volontà di cambiamento e le proprie conoscenze devono portare il leader digitale all’implementazione di misure di digitalizzazione.

Entrare nel vivo dell’economia digitale

La digitalizzazione è un processo inarrestabile. Sfortunatamente, in un confronto internazionale non possiamo annoverare grandi aziende italiane digitali leader di mercato, in un panorama dove gli Stati Uniti la fanno da padroni. Dobbiamo plasmare attivamente l’era digitale e costruire un’economia vincente per il nostro Paese. Per far ciò abbiamo bisogno di leader digitali armati di digital mindset e digital skills per avviare misure che portino le aziende nel vivo della digitalizzazione.

Leggi anche
Cosa desiderano PMI e professionisti italiani dalla trasformazione digitale?
Fattori di successo per creare una strategia digitale

Simone Catania

Classe 88, nato e cresciuto ai piedi dell’Etna, il cognome non mente. Non scrivo l’apostrofo invece dell’accento. Addomestico la punteggiatura per professione.

X