5 errori da evitare per ottenere il meglio dall’influencer marketing

L’influencer marketing è uno dei principali trend degli ultimi anni. Sono in crescita le aziende che cavalcano questo nuovo trend, sfruttando a loro favore la visibilità che gli influencer forniscono tramite i loro canali social. Se sei un marketer o un’azienda che si avvicinano al mondo dell’influencer marketing, ecco 5 errori da evitare per ottenere il massimo da ogni campagna.

Errore 1# Basare tutto sul numero di follower

Se pensi che delle buone strategie d’influencer marketing si basino solo sul numero di follower, ti sbagli! Possiamo affermare con sicurezza che il numero di follower di un influencer non è il criterio decisionale principale. Quello che davvero importa è che l’influencer si adatti al tuo brand. Se si rivolge a una determinata nicchia, ancora meglio. Ricorda che le interazioni valgono molto di più del mero numero di follower.

Errore 2# Lanciare una collaborazione senza impostare un obiettivo misurabile

Ogni campagna di marketing deve avere un obiettivo chiaro. Aumentare la brand awareness? Ottenere un numero maggiori di conversioni? Instaurare un miglior rapporto e rafforzare la fiducia dei cliente? A te la scelta. Alcuni marketer lanciano campagne d’influencer marketing senza stabilire l’obiettivo che si intende raggiungere tralasciando di conseguenza anche i dati per misurare le performance. Ciò porta a strategie campate in aria che non ti permetto di misurare quale collaborazione sia veramente efficiente e quale no. A lungo termine non è sicuramente una strategia utile.

Errore 3# Inviare collaborazioni a cascata

Hai in mente di inviare proposte di collaborazioni a un numero indefinito di influencer, magari inviando un messaggio generico non perosnale. C’è qualcosa che dovresti rivedere. Il marketer deve selezionare un influencer che risponda all’obiettivo aziendale e idealmente instaurare una relazione a medio o lungo termine. Una collaborazione una tantum non studiata non sfrutta al massimo le potenzialità dell’influencer marketing.

Errore 4# L’influencer mostra solo in prodotto

Preparare la scenografia e mettere a fuoco il pronto, finito. È possibile che un influencer fotografi solo il prodotto e pubblichi così il contenuto sponsorizzato, ma questo non è sicuramente consigliabile nella stragrande maggioranza dei casi. Quello che è importante è che l’influencer abbia la libertà di adattare il post al suo stile, seguire la sua linea comunicativa e inglobare in essa il prodotto da sponsorizzare.

Errore 5# Utilizzare l’influencer come semplice canale di pubblicazione

Pensare che un influencer pubblicherà semplicemente il contenuto che tu hai fornito è un atteggiamento diffuso, ma che non sfrutta il potenziale dell’influencer marketing. Le migliori campagne di influencer marketing non vengono dettate dal cliente, ma in diretto collaborazione con l’influencer. Gli influencer professionisti sanno come meglio creare ottimi contenuti per la propria community in linea con il loro stile.

 

Ecco altri articoli sull’influencer marketing:

Influencer marketing: visibilità e promozione per tutti.

Buzzoole: la piattaforma italiana di influencer marketing.

L’influencer marketing e il lavoro di influencer spiegato da Stefano Pedretti.

Winery Lovers: quando la promozione passa da Instagram.

Simone Catania

Classe 88, nato e cresciuto ai piedi dell’Etna, il cognome non mente. Non scrivo l’apostrofo invece dell’accento. Addomestico la punteggiatura per professione.

www.register.srl

www.register.srl

X