PayPal si separa da eBay: ecco cosa bisogna sapere

È la fine di una collaborazione durata 13 anni: il famoso sito di vendita e aste eBay e il servizio di pagamento online PayPal prendono strade separate. L’annuncio ha sorpreso non pochi tanto che le quotazioni di PayPal in borsa sono precipitate in pochissimi minuti del 10%. Ecco cosa devono sapere i clienti di PayPal ed eBay.

azioni paypal febbraio 2018
Dopo aver annunciato la separazione da eBay, la quotazione di PayPal è crollata.

Cosa sta succedendo?

eBay ha deciso di abbandonare PayPal come suo metodo di pagamento principale. D’ora in poi i pagamenti dovranno essere effettuati tramite Adyen. Ciò è stato comunicato in un post ufficiale di eBay il 31 gennaio 2018. Il cambiamento subentrerà passo dopo passo. eBay ha probabilmente bisogno di tempo per convertire i clienti al nuovo servizio di pagamento basato su Adyen. Fino al 2021 sarà ancora possibile scegliere PayPal come opzione di pagamento alternativa. Dopo quel momento in poi, non si sa ancora se la partnership continuerà o cesserà del tutto.

Perché eBay e PayPal si separano?

La scelta di eBay è in linea con quella di altre grandi piattaforme, ovvero tentare di rimuovere l’intermediazione e internalizzare i servizi. Adyen fornisce all’azienda di vendita online la tecnologia necessaria per occuparsi personalmente delle transazioni. La piattaforma di e-commerce in questo modo risparmierà sulle commissioni dovute e PayPal. Anche gli utenti potrebbero beneficiare della gestione in prima persona dei pagamenti da parte di eBay. Considerando la crescente concorrenza di Amazon e Alibaba, eBay è alla ricerca di migliori condizioni per i propri utenti.

Come funziona i pagamenti con Adyen?

Adyen fornisce a eBay una piattaforma per i pagamenti. All’utente non è richiesto un account aggiuntivo su Adyen. Le opzione di pagamento sono selezionabili con un semplice clic. Tra le classiche disponibili su Adyen figura anche PayPal!

eBay e PayPal non sono un’unica azienda?

Non più da diversi anni. PayPal, fondata nel 1998, è stata acquistata da eBay nell’ottobre 2002 per 1,5 miliardi di dollari. Le due aziende sono state unite per 13 anni, fino a settembre 2014, quando per valorizzare PayPal in borsa si è optato per la scissione.

Cosa cambia per gli utenti?

Al momento non vi è alcun cambiamento di rilievo per gli utenti di eBay e PayPal. I pagamenti tramite PayPal sono ancora disponibili e lo saranno fino al 2021. A partire dal 2019, i venditori saranno gradualmente invitati a convertirsi al nuovo sistema con la promossa di commissioni più favorevoli. Per gli account PayPal non cambierà praticamente nulla. Molto probabilmente le modifiche saranno prima implementate negli USA e potrebbero volerci del tempo prima di vedere cambiare qualcosa nel nostro Paese.

Quali sono i vantaggi per i venditori?

Come dichiarato da eBay, l’intento è quello di migliorare il sistema dei pagamenti per offrire migliori benefici a venditori e acquirenti. Il passaggio ad Adyen offrirà ai venditori costi inferiori e una struttura dei prezzi semplificata con un facile accesso ai propri fondi. eBay sta creando una piattaforma per fornire ai venditori informazioni sulla propria attività per monitorare e gestire le transazioni con i clienti. Offrendo inoltre maggiori opzioni di pagamento a livello globale, eBay ritiene che si avrà un tasso di conversione maggiore.

 

Potrebbe interessarti leggere: Pagamenti digitali a confronto: veloci e mobile
Leggi di più dalla sezione dedicata all’e-commerce

Simone Catania

Classe 88, nato e cresciuto ai piedi dell’Etna, il cognome non mente. Non scrivo l’apostrofo invece dell’accento. Addomestico la punteggiatura per professione.

www.register.srl

www.register.srl

X