Vivere in città e allo stesso tempo poter coltivare il proprio orto? Adesso è possibile! COORTO è un progetto nato per portare il contatto con la natura nella frenesia della città e creare un nuovo paradigma di urbanistica. COORTO si rivolge dunque a chi desidera prendersi cura di un orto e chi, invece, possiede uno spazio verde e non ha tempo o voglia di occuparsene. L’idea ha convinto la giuria della Startup Weekend Catania 2017 ottenendo il primo posto. Alessandro Pace ci parla di COORTO.

 

Da quale esigenza nasce l’idea di COORTO?

Il momento storico in cui ci troviamo vede nel lavoro e nella ricerca maniacale della massima produttività componenti predominati. Obiettivi ottenibili attraverso velocità, automazione e attività sempre più legate al mondo virtuale. Tutto questo è riscontrabile in uno stile di vita ben preciso, caratterizzato da forte stress e dalla insufficienza di momenti per dedicarsi a se stessi, alle proprie passioni e a qualsiasi attività contribuisca al proprio equilibrio psico-fisico. Tutto ciò comporta una perdita di contatto con la natura e con le attività ed i prodotti ad essa legati. Parallelamente ad essa, tuttavia, si riscontra oggi una sempre maggiore esigenza e attenzione verso la trasparenza dei beni di consumo alimentare insieme alla ricerca di maggiore sostenibilità e riscoperta dei prodotti locali.

Chi sono gli utenti tipo interessati al vostro prodotto?

COORTO si rivolge a tutti coloro i quali sentono il bisogno di prendere parte a questa nuova esigenza coltivando un pezzo di terra: per produrre frutta e ortaggi, per contribuire al proprio fabbisogno o semplicemente per poter soddisfare e accrescere la passione in ambito agroalimentare. Ma si rivolge anche ai proprietari di spazi aperti da mettere a disposizione della comunità: giardini, cortili, piccoli appezzamenti in città; spazi potenzialmente produttivi ma che, per ragioni diverse, versano in condizioni di abbandono.

Come funziona COORTO?

COORTO funziona attraverso una piattaforma online che mette in comunicazione le categorie precedentemente descritte. Il tutto si basa sulla condivisione: chi possiede un appezzamento può registrarlo sulla piattaforma allegando informazioni tecniche e foto. L’utente in cerca di una spazio, attraverso la funzione di geolocalizzazione potrà scegliere lo spazio più adatto alle proprie esigenze attraverso i filtri di vicinanza, dimensione e prezzo.

Qual è il sistema di monetizzazione?

Il guadagno di COORTO si basa su delle percentuali (fee) ricavate dai contratti di affitto tra utenti e clienti. A questo si aggiungono servizi extra come: consulenze di coltivatori professionisti, acquisto di attrezzatura tecnica, organizzazione di eventi e workshop sull’argomento e di mercatini a km 0, strumenti necessari anche e soprattutto per tenere attiva la community.

Cosa avete avuto modo di imparare dalla Startup Weekend Catania 2017?

Startup Weekend ci ha insegnato molte cose, prima di tutto dal punto di vista tecnico: abbiamo avuto modo di entrare in contatto con realtà del tutto nuove per noi che non abbiamo alle spalle competenze inerenti al settore marketing, business e tecnologico. Abbiamo inoltre consolidato la nostra capacità di lavorare in team, riconoscendo in questo la forza che sta alla base di qualsiasi idea e di qualsiasi progetto. Individualmente si può camminare, ma solo insieme si corre!

 

Abbiamo per te tante altre interviste a startup italiane.
Vorresti avviare anche tu la tua startup? Allora ci sono tre domande che dovresti porti.

Simone Catania

Classe 88, nato e cresciuto ai piedi dell’Etna, il cognome non mente. Non scrivo l’apostrofo invece dell’accento. Addomestico la punteggiatura per professione.

X