Negli anni ’50 e ’60 si pensava che nei primi anni 2000 avremmo avuto macchine volanti e robot aviotrasportatori. Viviamo invece in un mondo in cui smartphone, social network, messaggistica e streaming la fanno da padroni. Eppure proprio oggi siamo testimoni di una vera e propria rivoluzione tecno-digitale. Ci sono fantastiche tecnologie che stanno rivoluzionando il mondo in cui viviamo.

“Apriti sesamo” diventa realtà

Con il miglioramento dell’intelligenza artificiale, gli assistenti vocali diventano sempre più utili e precisi. Gli assistenti vocali stanno acquistando una fetta di mercato in tutto il mondo e alcuni osservatori si aspettano che in futuro comunicheremo con la tecnologia esclusivamente tramite comandi vocali. Negli ultimi quattro anno sono stati lanciati sul mercato prodotti come Amazon Echo, Google Home e Apple Homepod che sembrano riscuotere l’interesse del pubblico tanto che le aziende stanno puntando su questi dispositivi tecnologici rilasciando regolari aggiornamenti per aiutare i proprietari a ottenere il meglio dalla tecnologia.

Intelligenza artificiale e automazione

Le più grandi aziende si stanno affidando all’automazione per servire i propri clienti e ridurre i costi. I campi d’applicazione di questa tecnologia sono i più disparati: dai magazzini automatizzati che gestiscono ordini e spedizioni, alla moderazione automatica dei canali social passando agli strumenti sanitari di monitoraggio dei pazienti.

Domestici, concierge e chaffeur robot

Diverse aziende hanno sviluppato una gamma di assistenti robotici utilizzabili in ambito domestico, nelle fabbriche o in guerra.

Per fare qualche esempio il Frauhofer Institute ha creato Care-O-Bot 4, un assistente progettato come robot di servizio in casa, negozi o strutture sanitarie. Robot Pepper della SoftBank invece è un social robot in grado di conversare, comprendere e reagire alle emozioni ed è quindi possibile applicabile come strumento di marketing in negozi e centri commerciali. La Boston Dynamics ha sviluppato BigDog, un robot da carico per accompagnare i soldati su terreni impervi.

Da non credere ai propri occhi

Appena qualche anno fa non era ancora chiaro se la realtà aumentata e mista sarebbero decollate. Oggi è ormai chiaro che è solo una questione di tempo prima che questa tecnologia prenda piede definitivamente. I giganti dell’hi-tech stanno investendo miliardi sugli hardware di realtà aumentata. Apple, ad esempio, sta dotato i suoi smartphone di funzionalità in realtà aumentata. Entro il 2020 l’azienda di Cupertino potrebbe lanciare sul mercato un paio di occhiali di realtà aumentata che potrebbero sostituire i telefoni cellulari.

Tecnologia per la chirurgia chimica

CRISPR è per molti il futuro per la cura di malattie genetiche come la fibrosi cistica. CRISPR-Cas9 è un acronimo inglese per Clustered Regularly Interspaced Short Palindromic Repeats, tradotto in italiano come brevi ripetizioni palindrome raggruppate e separate a intervalli regolari. Cas9 invece è la proteina generalmente utilizzata. Questa tecnologia è in grado di editare il genoma con precisione e correggere in modo mirato una sequenza di DNA. CRISPR è dunque un potentissimo strumento per effettuare l’editing genetico e curare i pazienti affetti da malattie genetiche.

Medicina rigenerativa e biostampa

Per quanto possa sembrare strano, la tecnologia a servizio della medicina è in grado di sviluppare organi del corpo “su ordinazione”. I medici raschiando le cellule delle parti del corpo in questione possono coltivarle in una capsula di Petri. Col tempo, la parte del corpo diventa abbastanza forte da poter essere impiantata all’interno del paziente. Diverse aziende perlopiù americane progettano e realizzano tessuti umani 3D tramite biostampa. Questa nuova tecnologia biomedica diventerà sempre più comune, dando la possibilità di offrire organi nuovi che salveranno vite umane.

“Portami a casa Ambrogio!”

Sono già diversi gli esempi di autovetture semiautonome sviluppate da aziende come Tesla, General Motors e Volvo. La tecnologia delle autovetture autonome è in rapida evoluzione. La General Motors ad esempio ha annunciato di lanciare entro il 2019 una macchina senza pedali e volante. Uber si allea con la NASA e nel 2020 lancerà UberAir, un servizio di trasporto aereo urbano tramite droni a Dallas e Los Angeles.

Reusability spaziale

Si apre una nuova era nell’esplorazione dello spazio: quella dei razzi riutilizzabili. Grazie a questa nuova tecnologia è possibile abbattere gli ingenti costi per la realizzazione dei razzi. La reusability potrebbe quindi essere il futuro delle attività spaziali al momento trainato principalmente da due aziende SpaceX di Elon Musk con il suo Falcon Heavy e Blue Origin di Jeff Bezos, fondatore di Amazon.

Nodi di criptomonete

Quest’anno la quotazione del Bitcoin ha toccato i 19.000 dollari. Nonostante il valore della criptovaluta oggi sia molto più bassa, un singolo bitcoin vale ancora diverse migliaia di dollari. Alcuni dei più grandi fondi speculativi scommetteno in Bitcoin. L’argomento criptovalute resta un argomento piuttosto discusso, ma rappresenta una di quelle tecnologie legate alla blockchain che più stanno cambiando e cambieranno il nostro mondo. In pochissimo tempo sono nate piattaforme progettate per offrire agli appassionati di criptovalute accesso ai mercati del trading, contribuendo a espandere l’industria e a creare un’onda di operazioni crittografiche.

Un quanto di informazione

Senza dubbio i computer oggi sono strumenti piuttosto potenti, ciononostante con l’avanzare della tecnologia presentano notevoli limitazioni che rendono difficile elaborare compiti di machine learning più complessi. L’informatica quantistica si affida ai quantum bit per memorizzare ed elaborare le informazioni.

I qubit permettono ai computer quantistici di elaborare dataset molto complessi, distanziandosi per questa ed altre caratteristiche dai computer tradizionali. Nonostante si tratti di una tecnologia alle sue prime fasi, le grosse aziende informatiche come Microsoft, IBM e Google stanno investendo miliardi nello sviluppo dei nuovi computer.

Simone Catania

Classe 88, nato e cresciuto ai piedi dell’Etna, il cognome non mente. Non scrivo l’apostrofo invece dell’accento. Addomestico la punteggiatura per professione.

X