Strumenti per un’e-mail marketing di successo

Oggi sempre più persone sono capaci di creare siti web, articoli e contenuti digitali. Eppure non tutti sanno come ottenere contatti dalle loro fatiche o come trasformare questi contatti in vendite o relazioni umane importanti. Con l’e-mail marketing, uno degli strumenti di web marketing più utilizzato dalle aziende, tutto ciò è possibile.

Cos’è l’e-mail marketing?

Saprai certamente cos’è un’e-mail, un messaggio di posta elettronica. Ciononostante non conosci ancora come questo strumento possa essere utilizzato dalle aziende. L’e-mail marketing, una tipologia di marketing che utilizza la posta elettronica come mezzo per veicolare delle comunicazioni all’utente finale. Facciamo un esempio. Quando vai in un negozio e alla cassa cercano di promuovere un nuovo prodotto, il mezzo che stanno usando per la promozione sono i dipendenti tramite la loro voce. Su Internet, invece, non si usa la voce, bensì piccoli codici che controllano cosa fai sul sito web e il modo in cui interagisci con i contenuti. Poi, sulla base dei dati analizzati, inviano dei contenuti interessanti (come la promozione al supermercato) tramite le cosiddette newsletter. Il modo in cui veicolano queste informazioni è la casella di posta elettronica. Il contenuto è dentro le e-mail.

Perché l’e-mail marketing è efficace?

“The money is in the list” dicono spesso gli addetti al marketing digitale.  La “lista” in questione è l’elenco di persone iscritte al tuo database, ovvero persone di cui hai dati fondamentali per comunicare con loro come nome, cognome, indirizzo e-mail ed, eventualmente, numero di telefono. La “lista” non si crea facilmente e costa tanto, ma è proprio questo il motivo per cui è uno tra gli asset di marketing più importanti da avere. Un iscritto alla lista aprirà in media le tue email nel 20% dei casi, e cliccherà sui link all’interno nel 2,5% delle volte che ha aperto (dati Mailchimp marzo 2018). Sembrano numeri piccoli, ma bisogna analizzarli in un quadro d’insieme. Quelli sono tassi per OGNI singola e-mail. Indovina quanto costa inviare una mail? Zero. E indovina per quanto tempo hai a disposizione quei numeri, quelle aperture e quelle persone interessate? Fino a che le tue newsletter non li annoi. L’e-mail marketing funziona ed è ancora utile perché è l’unico modo in cui ottenere contatti tuoi, che non affidi a nessun altro. Quando fai pubblicità su Facebook, pagi per avere l’attenzione degli utenti di Facebook. Questi difficilmente diventeranno tuoi utenti regolari. Mentre quando hai un utente nella tua lista le sue informazioni diventano una tua proprietà (con consenso, ovvio). Non le “affitti”, ha il permetto di utilizzarle, che è ben diverso. Perché quando possiedi qualcosa, risparmi nel lungo periodo. Puoi affittare un computer a 20€ l’ora, e ti conviene se ti serve solo per un’ora, ma puoi comprarne uno a 1.000, e te lo ripaghi in valore dopo 50 ore. L’e-mail marketing ti sarà SEMPRE utile, quindi non preoccuparti se ti costa un pochino di più in partenza. Ricorda che una volta formata la lista, quella rimarrà tua. Ipoteticamente, per sempre.

Quale strumento utilizzare per creare una lista di e-mail marketing?

Dove puoi raccogliere queste e-mail? Come creare dei “punti di ingresso” per inserire le persone nella tua lista? Innanzitutto, prima di pensare allo strumento, pensa a cosa offrire alle persone in cambio del loro indirizzo e-mail. I dati sono la moneta del web, quindi fai in modo che lo scambio sia di valore per l’utente finale. Una volta creata l’offerta con un contenuto di qualità, potrai dire “Per riceverla, inserisci i tuoi dati nel form qui sotto”. Ed è qui che entrano in gioco gli strumenti: come si creano questi form di e-mail marketing? Dipende. Spesso i professionisti utilizzano strumenti appositi, ma per iniziare va benissimo utilizzare quelli integrati negli strumenti di e-mail marketing. Questi sono strumenti che ti permettono di inviare e-mail, campagne di e-mail automatiche e tracciare il percorso di conversione dell’utente per mandargli contenuti interessanti e rilevanti ai suoi intenti. Ecco i miei consigli suddivisi sulla base del budget disponibile.

BUDGET ZERO

I migliori strumenti gratuiti per fare e-mail marketing sono:

MailerLite
Gratuito fino a 1.000 iscritti, MailerLite permette di creare delle campagne di e-mail marketing in modo facile e veloce. L’editor delle e-mail è semplice da utilizzare e permette molte modifiche, e anche la creazione di form di e-mail marketing è semplice e indolore. Permette anche delle automazioni, ovvero dei processi di marketing automatici. A mio parere, è il miglior strumento gratuito da utilizzare per chiunque si trovi con budget zero o con bassi budget, perché anche dopo costa meno di tutti.

MailChimp
Se ti servono delle automazioni e hai un e-commerce, ti consiglio MailChimp per le sue funzionalità di carrello abbandonato. (A tal riguardo potrebbe interessarti questo nostro guest post per Shopify: 20 consigli per ridurre il tasso di abbandono del carrello). Anche questo tool è gratuito, e addirittura ti dà 2.000 iscritti senza alcun costo da parte tua. Lo trovo meno intuitivo di MailerLite, ma se hai un e-commerce è indubbiamente la scelta migliore a budget zero

BUDGET MEDIO

Se puoi permetterti una spesa maggiore, i migliori strumenti qualità/prezzo che ti consiglio per le tue campagne di e-mail marketing sono:

Mautic
Mautic è una soluzione open source, quindi è gratuita per iscritti illimitati. Ti servirà però un server relativamente potente per gestirlo. Direi che una buona VPS costa sui 15-20$ al mese, e sarai certo di avere Mautic funzionante al meglio. Tieni presente che, essendo open source, devi essere geeky per usarla. Non c’è supporto ufficiale se non quello della community, ogni problema potrebbe risultare in un disastro senza alcun aiuto. Anche WordPress è open source, quindi… dipende da te!

MooSend

Moosend costa veramente, veramente poco per ciò che fa. A livello di funzionalità, è ai livelli dei colossi di cui parleremo nei budget alti… però è molto, molto poco intuitivo da usare. I form sono difficili da creare, ha poche integrazioni perché non è molto conosciuto e in generale tutto il software ha un’interfaccia poco adeguata e difficile da usare. Se riesci ad andare oltre le prime impressioni, e trovi il modo per fare da te i form, si tratta comunque di un ottimo software!

BUDGET ALTO

I migliori strumenti in assoluto, senza guardare al budget, sono:

ActiveCampaign
Il re della marketing automation. Permette di fare assolutamente TUTTO per quanto riguarda il tracciamento degli utenti e la consegna di messaggi personalizzati al 100% in base alle loro esigenze. Probabilmente, è il software preferito di ogni marketer perché si integra con qualunque cosa immaginabile: funziona veramente bene, ha un tasso di consegna molto alto, IP affidabili e una pletora di possibilità su marketing automation, value-based marketing e scoring. Si tratta di una soluzione premium, quindi costa decisamente di più di quelle citate prima, ma a mio parere vale il costo.

AutopilotHQ

Autopilot è un nuovo arrivato nel panorama e-mail marketing e ha da subito riscosso un gran successo. Dà molto valore gratuito, fanno webinar gratuiti di dimostrazione prodotto e aiutano molto i loro utenti. Inoltre, fino a 1.000 iscritti è estremamente economico, poi si allinea con i costi di active campaign. A livello di esperienza utente, il design di Autopilot è più accattivante, per cui anche loro provvedono a un’esperienza premium unica nel settore. Consigliatissimo per chiunque abbia bisogno di sentirsi rilassato e ordinato quando gestisce le sue campagne.

Per concludere

Non sottovalutare mai l’importanza dell’e-mail marketing nel tuo business. Potrebbe portare a vendere di più, fidelizzare meglio e interagire con i tuoi clienti. Questi sono solo strumenti, ricorda. Tutto il resto, ovvero il processo di marketing in sé, deve essere studiato, seguito e analizzato di continuo per essere al passo con i tempi. Gestisci le tue risorse con cautela e se sei agli inizi scegli gli strumenti a budget zero.  Quando avrai bisogno di tirare la leva e andare sugli strumenti premium, lo capirai. Saranno le esigenze a determinare quando dovrai spostarti, quindi rilassati e, se sei indeciso, scegli un servizio semplice e gratuito e inizia a sponsorizzare le tue pagine e i tuoi contenuti. Spero di esserti stato utile e lascia pure un commento se hai osservazioni o domande! Se vuoi saperne di più sull’argomento ho scritto una guida per principianti all’e-mail marketing.

Potrebbe interessarti leggere
Come rendere unico ed efficace l’oggetto dell’e-mail
Regole e trucchi per un’e-mail marketing efficace
KPI: misurare e gestire le tue strategie aziendali

Giorgio Barillà

Mi occupo di digital marketing, scrivo sul mio blog guide e articoli utili per imprenditori e marketer. Collaboro con web agency, imprenditori e professionisti a progetti digitali, siti web e campagne di advertising.

X