I nomi di dominio sono un elemento centrale del mondo di Internet. Ci permettono di navigare tra i vari contenuti della rete in modo semplice senza dover memorizzare infinite serie numeriche. La loro storia è strettamente legata alla nascita della rete Internet e del sistema dei nomi di dominio. Oggi, esistono tantissimi domini che offrono un ampio ventaglio di possibilità per ogni settore, hobby, attività.

Cronologia dell’industria dei domini

L’industria dei domini è naturalmente strettamente correlata alla nascita e allo sviluppo di Internet. Ecco qui di seguito in ordine cronologico alcuni dei momenti più importanti della storia dei nomi di dominio dalla nascita degli enti di gestione a pietre miliari che hanno segnato la storia.

29 ottobre 1969 – primo messaggio inviato tramite la rete Arpanet

Alle 22:30 del 29 ottobre 1969 viene inviato il primo messaggio utilizzando Arpanet, la rete del dipartimento di difesa degli Stati Uniti. Si tratta del precursore di Internet.

1973 – registrati i numeri socket

Jon Postel registra sul suo notebook i numeri socket per Arpanet. Il suo registro diventerà l’Internet Assigned Numbers Authority (IANA), il quale coordina il Domain Name System (DNS).

1983 – per la prima volta vengono utilizzati i nomi di dominio

Data la rapida crescita della rete, l’utilizzo di un unico registro hostname era pressoché impossibile. Per la prima volta nella storia vengono utilizzati i primi domini tramite il DNS nell’Arpanet. I documenti di riferimento pubblicati all’IETF sono RFC 882 e RFC 883.

1984 – sono disponibili sette TLD

Nel 1984 sono sette i top-level domains disponibili ovvero: .COM, .ORG, .NET, .EDU, .GOV, .MIL. RFC 920 è il documento che descrive questi domini per scopi generali.

15 marzo 1985 – registrazione del primo dominio .COM

Era il 15 marzo 1985 e veniva registrato il primo dominio .COM al mondo dall’azienda produttrice di computer Symbolics Inc. con sede in Massachusetts, USA. Nel corso degli anni il dominio ha cambiato proprietà ed è oggi un museo sulla storia di Internet. Qui la lista dei primi 10 domini registrati.

15 marzo 1985 – symbolics.com
24 aprile 1985 – bbn.com
24 maggio 1985- think.com
11 luglio 1985 – mcc.com
30 settembre 1985 – dec.com
7 novembre 1985 – northrop.com
9 gennaio 1986 – xerox.com
17 gennaio 1986 – sri.com
3 marzo 1986 – hp.com
5 marzo 1986 – bellcore.com

24 febbraio 1986 – la registrazione dei domini diventa pubblica

La registrazione di un dominio era limitata alle organizzazioni con accesso alla rete ARPA. Da questa data i nomi di dominio possono essere registrati da tutti.

1 gennaio 1988 – nasce .IT, dominio nazionale italiano

Nasce il dominio .IT, il ccTLD italiano gestito dal CNR di Pisa.

Novembre 1988 – nasce .INT

Su richiesta della NATO per un nome di dominio che il suo carattere di organizzazione internazionale nasce .INT, un TLD sponsorizzato.

1992 – InterNIC, per l’organizzazione della rete Internet

L’esponenziale crescita di Internet rese necessaria una nuova organizzazione: IANA e NSF si unirono in InterNIC, un ente in parte governativo con il compito di organizzare e far crescere i registri e i servizi del DNS.

1995 – registrare un nome di dominio ha ora un prezzo

Prima del 1995, chiunque desiderasse registrare un nome di dominio poteva farlo gratuitamente. La situazione è cambiata quando la National Science Foundation ha assegnato alla Network Solutions la possibilità di registrazione a pagamento. Le prime tariffe si aggiravano intorno ai 100 dollari per una registrazione di due anni.

1997 – saturazione dei domini .COM con tre lettere

Tutti le combinazioni di nomi di dominio con .COM a tre caratteri sono state registrate.

1998 – privatizzazione del DNS e ICANN

Su sollecitazione del presidente Clinton, nel 1998 il Dipartimento del Commercio statunitense emise una proposta per la privatizzazione del Domain Name System (DNS), che passò poi sotto il controllo degli Stati Uniti. Venne creato un documento noto come Green Paper per aumentare la concorrenza sul mercato internazionale. Dopo numerose critiche venne redatto il White Paper, una versione modificata del precedente documento che portò alla formazione di ICANN.

1999 – venduto il dominio più costoso di sempre

Il dominio più costoso mai venduto è business.com, venduto alla modica cifra di 345 milioni di dollari. Leggi nel nostro articolo i 15 nomi di dominio più costosi di sempre.

16 novembre 2000 – sette nuovi gTLD

ICANN comunica l’introduzione di sette nuovi gTLD: .AERO, .BIZ., .COOP, .INFO, .MUSEUM, .NAME, e .PRO. Verranno resi disponibili nel corso dei successivi 4 anni.

2003 – Truth in Domain Names Act

Il Trust in Domain Names Act, in combinazione con il PROTECT Act, è un atto legislativo che stabilisce una punizione per chi registra nomi di dominio fraudolenti che attirano gli utenti a siti con materiale pornografico senza il loro consenso.

2004 – ancora nuovi gTLD

Tra il 2003 e il 2004 viene aperto un bando che porterà nel DNS i nuovi gTLD .ASIA, .CAT, .JOBS, .MOBI, .TEL e .TRAVEL.

2008 – elaborazione di una guida per la selezione di nuovi domini

ICANN inizia l’elaborazione di una guida per la candidatura di nuovi gTLD. La guida verrà aggiornata nel corso degli anni. L’ultima versione risale al 4 giugno 2012.

26 novembre 2012 – nuovo bando per nuovi gTLD

Entrano nella fase sunrise sette nuovi gTLD: .BIKE, .CLOTHING, .GURU, .HOLDINGS, .PLUMBING, .SINGLES, .VENTURES.

2012 – registrati 14.962 domini in 24 ore

Mike Mann, uno speculatore nel settore dei domini, nell’aprile 2012 registrò quasi 15 mila nomi di dominio nell’arco di 24 ore.

15 luglio 2013 – accordi su nuovi gTLD con caratteri non latini

In occasione di un incontro a Durban, Sud Africa, vengono firmati 4 documenti che permetteranno agli utenti di Internet di navigare su Internet nella propria lingua.

2013 – saturazione domini .COM con 4 lettere

A dicembre 2013, WhoAPI, una startup di analisi di dati dell’industria dei domini, comunica che era stata registrata ogni possibile combinazione di quattro lettere con il dominio .COM, pari a 456.976 combinazioni. Il 15 luglio 2013 entrano in scena i primi 4 nuovi gTLD.

2014 – più di 100 nuovi gTLD

Oltre ai gTLD già utilizzabili come .COM, .ORG e .EDU, si aggiungono oltre 100 nuovi gTLD, aumentando così le possibilità di registrazioni di nuovi nomi di dominio.

Ottobre 2015 – nasce il dominio .SRL

È disponibile per la registrazione il dominio .SRL, appositamente dedicato alle aziende con forma giuridica di Srl.

register.srl

2018 – ampia scelta di gTLD

I gTLD disponibili per registrare un nome di dominio sono oltre 1.800.

Simone Catania

Mi occupo di comunicazione e marketing digitale per il dominio .SRL dedicato alle Srl italiane e scrivo su news.srl di innovazione e digitalizzazione per le aziende.

No Comments Yet

Leave a Reply

Your email address will not be published.

www.register.srl

www.register.srl

Share via
Copy link
Powered by Social Snap