Kubernetes è una delle principali applicazioni per la gestione dei container. Ne abbiamo parlato in questo articolo “Cos’è Kubernetes e perché dovresti conoscerlo“. Nel quadro della trasformazione digitale un numero maggiore di aziende preferisce soluzioni di sistema basate su container. Tuttavia, l’integrazione nell’ambiente informatico esistente richiede un elevato livello di competenze. Con Kubernetes as a Service (KaaS) può delegare questo compito a un fornitore di servizi esterno. Ciò naturalmente ha un costo. Quando vale la pena per un’azienda esternalizzare un servizio gestito di Kubernetes?

Integrare con successo Kubernetes as a Service

L’uso dei container, ad esempio nel contesto di più soluzioni multi-cloud, può essere confrontato con l’uso di macchine virtuali. La differenza principale è che la virtualizzazione di più applicazioni avviene a livello del sistema operativo. L’esecuzione avviene direttamente nel kernel offrendo vantaggi significativi in termini di prestazioni. I container occupano meno spazio e si avviano anche più velocemente. Le applicazioni sono eseguibili ovunque e non sono legate a uno specifico sistema operativo o macchina virtuale. Sebbene i container richiedano un sovraccarico amministrativo inferiore rispetto alle macchine virtuali, la complessità aumenta in modo significativo se sono presenti più applicazioni. In quei casi in cui non si hanno le conoscenze tecniche, vale la pensa considerare Kubernetes as a Service, in modo tale da consentire un accesso rapido e sicuro ai programmi utilizzati e garantire un’esecuzione regolare.

Quando utilizzare Kubernetes as a Service?

Con un numero in costante crescita di applicazioni e dipendenti all’interno dell’azienda, è opportuno passare a soluzioni basate su container. Questo perché è molto più semplice configurare e ridimensionare vari componenti basati su tecnologie diverse. Grazie all’approccio sistematico di Kubernetes, la differenza può essere avvertita rapidamente, purché la soluzione di gestione per i container sia utilizzata in modo corretto e intelligente. Molte delle decisioni che gli utenti senza esperienza si trovano a dover prendere e, magari anche nel più breve tempo possibile, sono gestite professionalmente se si sceglie Kubernetes as a Service. Non ci si dovrà preoccupare di quali applicazioni devono essere eseguite su server specifici, cosa fare in caso di guasto di un server o come integrare facilmente nuove applicazioni.

Kubernetes as a Service: soluzione anche per le PMI?

Le soluzioni per la gestione dei container, di cui Kubernetes è un esempio, si stanno affermando come standard. A differenza dell’uso dei classici provider cloud, in cui i nuovi strumenti e API di ciascun fornitore devono essere appresi, Kubernetes offre molti vantaggi con le sue diverse possibilità applicative su varie piattaforme. La migrazione come singola soluzione è più semplice e rappresenta un vero investimento per il futuro. Per questo motivo l’uso di Kubernetes è interessante anche per le PMI e apre la strada alla trasformazione digitale. Naturalmente non è impossibile migrare manualmente Kubernetes nelle strutture aziendali. Tuttavia, all’inizio è consigliabile beneficiare dell’esperienza di un esperto e utilizzare un servizio gestito. Questo evita errori classici da principianti nell’introduzione e nell’applicazione ai processi di lavoro dell’azienda. Prima di optare per Kubernetes come servizio, InterNetX , in qualità di fornitore di servizi versatile, è a tua disposizione per una consulenza.

Nadine Jäger

Redattrice online con un interesse per il digitale, in particolare IoT e IA. Vedo nell’online marketing un forte potenziale per il futuro e desidero quindi informare i nostri lettori di tutte le notizie più interessanti.

X