Qual è l’obiettivo finale di ogni azienda se non quello di aumentare le vendite? Fidelizzare i clienti già esistenti è importantissimo, ma per crescere è necessario acquisire nuovi clienti. Le modalità con cui trovare potenziali nuovi clienti sono molteplici lungo i diversi touch point della customer journey. Se una volta il marketing era un canale unidimensionale con il cliente consumatore passivo delle pubblicità, oggi i canali sono molteplici e l’utente assume un ruolo attivo. È qui che subentra il concetto di engagement marketing, un modo efficace per acquisire clienti concentrandosi su interazioni mirate che dovrebbero alimentare la relazione azienda-cliente. Scopriamo cos’è engagement marketing e come sfruttare con successo questa tecnica per raggiungere nuovi clienti.

Cosa s’intende con engagement?

Nel mondo del digital marketing si parla spesso di engagement. Nell’oceano di contenuti e possibilità di conversazione offerte dai canali social, l’engagement assume un particolare significato. Un cliente dimostra “engagement” quando viene coinvolto dai nostri contenuti interagendo con essi. L’utente instaura così un rapporto con il marchio, fino al punto da poterne diventare un vero e proprio ambassador con i suoi a feedback, commenti e pareri.

Cos’è l’engagement marketing?

L’engagement marketing (in alternativa si trova anche la definizione di Partecipation Marketing e con legger) si occupa di ideare strategie di contenuti progettate per generare interazioni significative tra il brand e i clienti target. Trovandosi coinvolto in una campagna di engagement marketing, il potenziale cliente dovrebbe dunque entrare in dialogo con l’azienda dalla “semplice” brand recognition a una conversione. Questa forma di marketing dunque si basa sull’interazione partecipativa degli utenti. Possono essere coinvolti allo stesso modo utenti B2C ma anche altre aziende se si opera nel B2B. L’engagement marketing ha un obiettivo ben chiaro e definito: creare e incentivare relazioni reali con il pubblico. È importante che queste strategie non disturbino l’esperienza utente o la sua attenzione. Un pop-up che interrompe la navigazione e invita a intraprendere un’azione specifica. L’engagement marketing punta ad alto: ottenere relazioni naturali che possano produrre risultati a lungo termine.

Esempi di applicazione dell’engagement marketing

L’engagement marketing può essere applicato al mondo online, offline o anche in forma mista. I nostri esempi si concentrano sul panorama digitale.

  • Un canale digitale, come ad esempio un gruppo Facebook o un gruppo Telegram, in cui gli utenti possono condividere opinioni o feedback sui nuovi prodotti o inviare suggerimenti per il tuo prossimo blog post o video YouTube.
  • Puoi creare maggiore engagement offrendo contenuti d’intrattenimento. Se la tua azienda si occupa di abbigliamento sportivo, puoi offrire lezioni gratuite online di fitness o yoga e promuovere
  • Creare una campagna social particolarmente focalizzata. Prendendo sempre ad esempio un ipotetico brand di abbigliamento sportivo, puoi realizzare dei contenuti dedicati a un evento sportivo come ad esempio la maratona della tua città e coinvolgere i partecipanti. Il contenuto si focalizzerà sul tuo brand o sul tuo prodotto quanti piuttosto sui partecipanti alla competizione. Il contenuto sarà così più condivisibile e commentabile da parte di un numero maggiore di utenti.
  • Utilizzato in modo intelligente e opportuno le raccolte fondi o gli aiuti verso la propria comunità possono essere modi di attirare maggiori utenti attivi coinvolgendoli nella missione lanciata dell’azienda. Viene così a crearsi un rapporto diretto che può trasformarsi in un vero e proprio sostegno al brand.

Engagement: 5 modi per stimolarlo

Il mondo digitale ci offre numerosi modi per coinvolgere potenziali clienti. L’engagement si può tradurre in diversi modi, ogni azienda può quindi adattare le proprie strategie a seconda della propria brand identity. Vediamo quali possono essere i 5 tipi di engagement a cui le aziende possono puntare.

Engagement attivo

I tuoi potenziali clienti possono interagire attivamente con uno o più dei tuoi canali. Ciò avviene ad esempio quando un utente fornisce un feedback o invita un amico alla vostra pagina.

Engagement contestuale

Questo tipo di engagement è monitorabile grazie alle analisi statistiche che aiutano a capire i comportamenti degli utenti. Da tali dati può creare contenuti mirati al tuo pubblico. Ad esempio, sulla base di un acquisto precedente può inviare una newsletter personalizzata e inviare contenuti utili.

Engagement emotivo

Le emozioni trovano ampio spazio nelle strategie di marketing. L’engagement emotivo consiste nel rafforzare e far leva sui legami emotivi con i clienti con ciò che il brand ha da dire o da offrire. Ad esempio si può far leva sull’amore per gli animali o sull’amore verso i propri figli come iniziare una conversione.

Engagement etico

Emerge una maggiore consapevolezza per prodotti ed aziende etiche e sostenibili. I consumatori sono quindi desiderosi di mostrare e condividere i loro acquisti che sostengano una causa. Sfrutta l’engagement marketing etico per mostrare il tuo impegno nei confronti dell’ambiente, dei dipendenti e della comunità. Organizzando campagne di beneficenza od operazioni rivolte al sociale puoi coinvolgere i potenziali clienti.

Quali sono i vantaggi dell’engagement marketing?

Questo tipo di attività richiede sicuramente pazienza poiché i risultati si raggiungono nel lungo termine. L’engagement marketing è comunque uno strumento potente e versatile del marketing mix poiché punta a creare una brand experience reale e veritiera. Ciò non solo aiuta a trovare nuovi clienti ma anche a fidelizzare quelli già esistenti. I clienti che hanno una “relazione” con un brand hanno maggiore recognition e sono disposti a spendere maggiormente.

Codice QR: cos’è, come funziona e come crearne uno?

codice qr

Canali per l’engagement marketing

I canali per interagire e coinvolgere gli utenti sono quelli comuni alle strategie del web marketing.

  • Blog: gli articoli blog sono un contenuto per parlare direttamente ai tuoi clienti e offrire loro un valore aggiunto per provare a coinvolgerli. Un eBook ad esempio può essere uno strumento completo ed efficace.
  • Social media: le piattaforme social sono il luogo ideale dove “conversare” in modo diretto con i clienti.
  • E-mail: le campagne e-mail sono un ottimo strumento di coinvolgimento. In una newsletter personalizzata puoi invitare a effettuare un acquisto o condividere un contenuto.

I canali e le modalità per coinvolgere e trovare nuovi clienti grazie all’engagement sono molteplici. Con il giusto livello di interazione e coinvolgimento, può raggiungere un numero maggiore di clienti e possibilmente aumentare le vendite.

Simone Catania

Mi occupo di comunicazione e marketing digitale per il dominio .SRL dedicato alle Srl italiane e scrivo su news.srl di innovazione e digitalizzazione per le aziende.

1 Comment
  1. Questo articolo è veramente interessante e ben approfondito. Lei parla ancora di e-mail marketing, ma non pensa che si tratti di un sistema che sta diventando sempre più obsoleto? Personalmente credo che l’engagement marketing debba rivolgersi quasi necessariamente verso i chat bot. Negli ultimi anni questi programmi si sono veramente trasformati al servizio del marketing digitale. Mi piacerebbe molto conoscere la sua opinione a riguardo.

Leave a Reply

Your email address will not be published.

www.register.srl

www.register.srl

Share via
Copy link
Powered by Social Snap