Alcuni ccTLD non hanno acquistato grande popolarità grazie al Paese che rappresentano. La popolarità è da ricercare piuttosto nel doppio significato del dominio. I due caratteri delle estensioni di dominio possono essere associati ad altri termini o abbreviazione oltre che alla sigla di un Paese. Questa diversa chiave di lettura di alcuni domini li ha resi strumento di marketing per il nome di dominio di molte aziende.

ccTLD generici e SEO

Al mondo esistono 315 ccTLD con oltre 162 milioni registrazioni (aggiornato al gennaio 2020). Tuttavia, non tutti quei domini sono stati scelti e registrati come dominio nazionale. Alcuni ccTLD vengono spesso registrati per il loro “secondo” significato, senza voler fare nessun riferimento al rispettivo Paese. Questi ccTLD dal doppio significato vengono trattati come fossero dei comuni gTLD. Si possono chiamare effettivamente ccTLD generici. Per quanto riguarda la SEO, in passato Google ha detto che i siti con un ccTLD dovrebbero presentare contenuti specifici per il Paese di riferimento. C’è poi stato un cambio di direzione nel 2013 con la pubblicazione di una lista di 20 ccTLD tratti come generici dall’algoritmo di Google. Questa lista includeva i seguenti ccTLD: .ad, .as, .bz, .cc, .cd, .co, .dj, .fm, .gg, .io, .la, .me, .ms, .nu, .sc, .sr, .su, .tv, .tk, .ws.

Ad oggi questa lista non è più reperibile dalla documentazione di Google. Resta il fatto che non sembra un problema utilizzare TLD specifici di un Paese come TLD generici. È comunque consigliabile consultare sempre la pagina sul rapporto targeting internazionale di Google.

10 ccTLD utilizzati per il loro doppio significato

I domini di primo livello nazionali (ccTLD) sono formati da due lettere e corrispondono perlopiù ai codici ISO 3166-1. Queste due lettere molto spesso sono utilizzare come abbreviazioni in alcuni settori o possono persino corrispondere a una parola di senso compiuto. Motivo molti ccTLD vengono scelti dalle aziende per un nome di dominio unico. Abbiamo selezionato 10 ccTLD utilizzati come gTLD.

.ac

Il dominio di primo livello nazionale per l’Isola di Ascensione nell’Oceano Atlantico ha registrato una crescita di registrazioni del 130% nel 2019. Dietro il crescente interesse per il ccTLD dell’Isola di Ascensione si nasconde l’Academic Community, la comunità accademica.

.ai

L’estensione .ai è il ccTLD ufficiale di Anguilla, un’isola britannica nei Caraibi. La sua popolarità è dovuta a suo essere uguale all’abbreviazione per Artificial Intelligence, oggi più che mai alla ribalta. Il dominio viene scelto da molte aziende e utenti operanti nel settore dell’intelligenza artificiale. Nel 2019 nell’aftermarket domini .ia hanno raggiunto dei prezzi di vendita piuttosto notevoli: il valore medio di un dominio .ai era di 2.576 $, il valore medio più alto sul mercato.

.co

.co è il TLD nazionale della Colombia ma viene spesso utilizzato in relazione a termini come community, corporation, content o connection. Lo scorso anno, il prezzo di vendita pubblico più alto di un dominio .co sulla piattaforma di vendita Sedo è stato di 30.586 $ per Odds.co. L’indirizzo .co più famoso e allo stesso tempo più visitato è sicuramente t.co di Twitter.

.fm

Il dominio di primo livello nazionale .fm appartiene agli Stati federati di Micronesia e viene spesso utilizzato dalle aziende del settore radiofonico, dal momento che FM è anche l’acronimo internazionale per Frequency modulation, la modulazione di frequenza delle radio. Le vendite più costose di domini .fm provengono proprio dal settore radio. Nel 2011 il dominio beat.fm è stato venduto per 8.500 $.

.gg

Uno dei principali nuovi arrivi è il ccTLD .gg di Guernsey. Con una crescita del 107% è particolarmente popolare come estensione di dominio per i siti web di videogiochi ed eSport. Questo dominio viene scelto per l’abbreviazione nonché sinonimo di good game.

.io

.io è il ccTLD del Territorio britannico dell’Oceano Indiano composto da sei atolli. La popolarità di questa estensione di dominio non è certamente dovuta alla popolazione della regione, alquanto inesistente, piuttosto per la somiglianza con I/O abbreviazione informatica per Inpunt/Output. Questa vicinanza con il mondo informatico ha reso .io un dominio popolare nella scena tech internazionale. All’inizio dell’anno, la Cisco Umbrella Popularity List ha classificato il dominio .io al quarto posto. Nel 2019 il dominio home.io è stato venduto al prezzo di 25.000 $.

.la

L’estensione di dominio .la potrebbe far pensare al geoTLD della città di Los Angeles, ma non lo è. Si tratta invece del dominio di primo livello del Laos. Fino al 2011, .la veniva persino pubblicizzato come abbreviazione della famosa città californiana. Allora qualsiasi persona fisica o giuridica poteva registrare un dominio .la senza necessariamente avere domiciolio o una filiale in Laos. La situazione è cambiata quando nel 2011 il Ministero ha deciso di utilizzare il ccTLD sono per il Laos.

.me

.me è il dominio di primo livello del codice paese (ccTLD) del Montenegro. Oltre a essere utilizzato come ccTLD, può essere registrato anche come gTLD. Con .me vengono creati domini che ruotano intorno alla sfera personale. Probabilmente l’esempio più importante è il dominio meet.me, venduto nel 2011 a un prezzo record di 450.000 $. Le registrazioni, di quella che è probabilmente l’estensione di dominio più “personale” sul web, sono aumentate del 4,8% nell’ultimo anno.

.tv

La nazione insulare di Tuvalu nell’Oceano Pacifico è il quarto Paese più piccolo al mondo. L’estensione di dominio nazionale è diventata popolare e fornisce un contributo significativo al reddito del piccolo stato che ospita 11.000 abitanti. La nazione polinesiana genera un dodicesimo del reddito nazionale concedendo la licenza del suo TLD. Naturalmente i ricavi non generate dalle registrazioni dei residenti. L’abbreviazione TV per televisione è utilizzata in tutto il mondo. Non sorprende quindi che l’estensione .tv sia particolarmente apprezzata dalle aziende attive nel comparto televisivo e cinematografico.

.ws

Il ccTLD di Samoa, stato insulare dell’Oceania, viene commercializzato come acronimo di website dagli inizi degli anni 2000. Non esistono restrizioni per la registrazione quindi chiunque può registrare un dominio .ws.

Ci sono numerosi esempi di ccTLD dal doppio significato utilizzabili in modo creativo come gTLD per creare un nome di dominio unico. Su AutoDNS puoi verificare la disponibilità del tuo dominio desiderato o verificare se è in vendita nell’aftermarket. Per un’azienda srl, invece, dovresti scegliere un dominio .SRL, per una presenza professionale sul web.

Scopri di più sull’industria dei domini nella nostra analisi 2020 sul mercato europeo e statunitense.

Nadine Jäger

Redattrice online con un interesse per il digitale, in particolare IoT e IA. Vedo nell’online marketing un forte potenziale per il futuro e desidero quindi informare i nostri lettori di tutte le notizie più interessanti.

No Comments Yet

Leave a Reply

Your email address will not be published.

www.register.srl

www.register.srl

Share via
Copy link
Powered by Social Snap