Una situazione grave, gravissima per molte aziende che a causa dell’epidemia coronavirus e delle drastiche misure adottare dal Governo italiano si trovano con fatturati dimezzati se non. addirittura azzerati. Al di là delle reali e tangibili preoccupazioni alla salute, l’uragano coronavirus e la quarantena nazionale porta con sé forti conseguenze economiche con ripercussioni che avranno un effetto negativo a lungo termine. Per molte aziende potrebbe risultare utile concentrarsi su come rimanere a galla, non perdere i propri clienti abituali e capire come orientarsi per una futura riapertura e ripresa dei lavori.

7 consigli per le aziende per affrontare l’epidemia coronavirus

Dopo il disorientamento iniziale, abbiamo capito che l’epidemia coronavirus stravolgerà la nostra vita e che questo periodo sarà molto più lungo di quello che potevamo immaginarci inizialmente. Per chi gestisce un’azienda e ha uno stretto legame con il pubblico è un periodo altamente critico. Nonostante gli aiuti da parte dello Stato con il decreto legge 17 marzo 2020, n. 18 vengono pubblicare delle misure di sostegno economico anche alle aziende e assicurare la necessaria liquidità alle imprese. Ma ciò purtroppo non basta. Bisogna tirarsi su le maniche e capire come agire in questo nuovo scenario, pianificare il futuro della tua attività ed essere pronto per quello che verrà. Sfrutta quanto possibile questo momento per generare nuovi contatti, migliorare l’infrastruttura, aggiornare le tecnologie o semplicemente trovare soluzioni originali per affrontare questo terribile momento per il tuo business. Vogliamo proporti 7 consigli per iniziare a pensare a possibili misure che ti aiutino a mantenere il tuo business durante l’epidemia coronavirus.

1- Identifica le difficoltà e le sfide legate al tuo business

Per iniziare bisogna fare il punto della situazione: quali sono le difficoltà che ti trovi ad affrontare? Crea una lista e analizza punto per punto i diversi scenari prendendo in considerazione ogni problematica. Non dimenticare di guardare anche “all’esterno”. Il tuo business è influenzato anche da una possibile interruzione nella catena di approvvigionamento, dai rallentamenti nella comunicazione con i partner o dalla possibile nuova concorrenza con cui ti trovi a confrontarti in questo nuovo scenario.

2- Pianificare soluzioni per diversi scenari

Hai identificato difficoltà e sfide: ora è il momento di sviluppare diverse possibili soluzioni da applicare nei diversi scenari. In questo momento è impossibile prevedere con precisione quello che succederà nei prossimi mesi, ma è qui che entra in gioco una pianificazione su quelle che potrebbero esseri gli scenari e le soluzioni da applicare per restare sulla cresta dell’onda. La situazione non è sicuramente semplice, ma proprio per questo è importanti avere un piano per ogni scenario immaginabile, anche il peggiore.

3- Porta avanti il tuo business anche durante la pandemia

L’importante è non fermarsi mai. Chiediti quali cambiamenti adottare per la tua azienda e quali misure mettere in azione per portare avanti il business. È forse necessario adattare il tuo prodotto o il tuo servizio? Ci sono delle modifiche nei processi di lavoro rilevanti per i clienti? Apporta tutte le modifiche necessarie e fai sì che queste vengano comunicare con azioni di marketing. Naturalmente ciò non sarà possibile in tutti i settori. In questo momento è comunque importante comunicare con i clienti, renderli partecipi delle azioni dell’azienda, ma soprattutto fargli sapere: nonostante l’epidemia coronavirus, noi siamo e saremo ancora qui.

4- Guadagna lead e clienti per il futuro

In un momento in cui l’economia rallenta e molte aziende lottano per il normale funzionamento, puoi cominciare a guardare al futuro e creare una rete di nuovi potenziali clienti.  Dedica il tuo tempo e i tuoi sforzi per creare una pool di nuovi contatti pronti per essere attivati quando la situazione si sarà stabilizzata. Creare una migliore fiducia intorno al tuo brand o alla tua azienda può essere la strategia giusta per ripartire in quarta dopo l’epidemia coronavirus. Sfrutta questo momento di crisi per creare scalare il settore, rafforzare la tua immagine e portarti un passo avanti rispetto alla concorrenza.

5- Proponi soluzioni alternative

L’impossibilità di uscire di casa per importanti motivi di sicurezza pone gravi problematiche alle aziende che vivono del contatto diretto con il pubblico. Le aziende B2C che lavorano in-store con i clienti stanno vivendo un momento molto difficile senza vedere ad oggi una luce alla fine del tunnel. Questa situazione richiede una certa dose di creatività e capacità di sapersi reinventare. Poniti le seguenti domande: come posso continuare a offrire il mio prodotto/servizio? Per bar e ristoranti una soluzione è la consegna a domicilio. Sono tantissimi i prodotti non solo alimentari che possono essere spediti. Consegne gratuite, sconti e abbonamenti settimanali sono strumenti che incentivano l’acquisto. Puoi anche creare delle promozioni per acquistare oggi e usufruire del servizio alla riapertura. Possibili incontri con i clienti o il pubblico possono tenersi anche online e i campioni possono essere spediti. Lo stesso vale per lezioni e workshop.

6- Prepara il tuo business al dopo coronavirus

È assolutamente vitale non solo sopravvivere durante l’epidemia ma guardare al futuro e capire come la società potrebbe cambiare e quali posso essere i risvolti sulla tua azienda. Non è scontato che alla fine della crisi tutto ritorni come prima e sicuramente non immediatamente. Puoi andare avanti ancora diversi mesi una volta superata questa minaccia per la salute pubblica? Essendo confinate a casa molte persone si rivolgeranno a soluzioni online e potrebbero sceglierle anche in futuro come soluzione preferita. Se ad esempio hai un negozio di erboristeria e lavori B2C direttamente con i clienti, sei direttamente colpito dall’attuale situazione. Finora i tuoi clienti hanno scelto te per l’affidabilità dei tuoi consigli e la sicurezza percepita dall’approccio offline. Adesso i clienti, si trovano costretti a passare a utilizzare l’e-commerce per gli acquisti e ricevere i prodotti direttamente a casa. Potrebbe essere arrivato il momento di creare una tua presenza online e creare un tuo sito Internet presentandolo sul web con un dominio .SRL. Al termine di questa situazione critica le aziende che hanno adottato soluzioni digitali potrebbero continuare a ottenere maggior successo. Ecco perché è importante adottare la massima flessibilità non solo ora, ma anche in futuro, per assicurarti di essere la prima scelta dei tuoi clienti.

7- Affida la comunicazione alle nuove tecnologie

In questo periodo non bisogna interrompere la comunicazione né all’interno dell’azienda né all’esterno con il pubblico. Probabilmente molti si troveranno a lavorare in modalità smart working utilizzando tool di messaggistica e videochat. Potrebbe essere fondamentale sfruttare anche piattaforme di project management e file collaborativi per digitalizzare i processi di lavoro in mancanza di una comunicazione diretta. Ricordati anche di parlare con i tuoi clienti e mantenere un dialogo attivo. Utilizza gli strumenti di marketing come newsletter e canali social per tenere viva la comunicazione con il tuo pubblico e aggiornali su eventuali modifiche o offerte.

Leggi anche 6 consigli per gestire con successo un team in remoto

Simone Catania

Redattore e traduttore. Mi occupo di comunicazione e marketing digitale per il dominio .SRL dedicato alle Srl italiane e scrivo su news.srl di innovazione e digitalizzazione per le aziende.

1 Comment

Leave a Reply

Your email address will not be published.

www.register.srl

www.register.srl

Share via
Copy link
Powered by Social Snap