A gennaio 2038 a causa di un errore informatico, il bug dell’anno 2038, computer, smartphone e altri dispositivi elettronici potrebbero smettere di funzionare.

Bug dell’anno 2038: tutta una questione di tempo

Il cosiddetto bug dell’anno 2038 o Y2038 è un bug informatico che ha ripercussioni sull’elaborazione delle date a partire dal gennaio 2038 in poi. Il problema si presenta nel sistema per la computazione del tempo gestito da Unix. Si tratta di un sistema operativo sviluppato presso i Bell Labs nei primi anni ’70, pensato per calcolare ogni secondo a partire dalla mezzanotte del 1 gennaio 1970. Il calcolatore di tempo interno è però un semplice sistema a 32 bit con un valore massimo di 2,147,483,647. Questo valore verrà raggiunto martedì 19 gennaio 2038 alle ore 03:14:08 (GMT), momento in cui i dispositivi raggiungeranno il valore 231 (231-1 = 2,147,483,647 secondi dopo il 1° gennaio 1970). Da quel momento in poi tutti gli orologi gestiti da Unix prenderanno un segno negativo -2,147,483,647 in una sorta di countdown che i dispositivi interpreteranno come il 13 dicembre 1901.

L’allarme lanciato dall’esperto di sicurezza informatica

Mikko Hyppönen, rinomato esperto di sicurezza informatica e Chief Research Officer per F-Secure ha presentato le sue previsioni in occasione della Black Hat USA 2017. A causa del bug dell’anno 2038 secondo Hyppönen le conseguenze potrebbero essere enormi. Non si tratta di una semplice questione di calendario. “Le banche potrebbero non essere in grado di erogare denaro o effettuare transazioni. Potrebbe non essere più possibile effettuare chiamate dai telefoni cellulari. L’allarme di casa potrebbe impazzire. […] I sistemi di navigazione GPS, come quelli degli aeroplani, potrebbero non riuscire più a comunicare la loro posizione ai ricevitori GPS.” Come molti altri problemi legati ai dispositivi tecnologici, la causa è da collegare a decisioni prese decenni fa dai programmatori dell’epoca, che mai avrebbero immaginato che le proprie scelte avrebbero avuto tali conseguenze in futuro.

Integer overflow

Si tratta di una vulnerabilità dovuta ad errori che gli esperti definiscono di tipo integer overflow. Il bug dell’anno 2038 ricorda per molti versi ricorda il Millenium bug o Y2K bug che si sarebbe dovuto scatenare al cambio della mezzanotte tra il 31 dicembre 1999 e il 1° gennaio 2000. Il problema si rivelò poi essere piuttosto circoscritto anche grazie a lavori di precauzione.

Oltre la sicurezza informatica

Secondo Hyppönen, il nuovo scenario presentato da Y2038 è completamente diverso, con una portata molto più ampia. Il bug dell’anno 2038 richiede una rielaborazione dei codici dei computer o la sostituzione dei dispositivi in cui non è possibile rimediare. Nonostante i lavori di aggiornamento sarebbero già iniziati, l’esperto di sicurezza informatica afferma che difficilmente avremo la situazione sotto controllo entro la data di scadenza. Con l’utilizzo dei dispositivi computerizzati per le azioni della vita quotidiana non si tratta più di sola sicurezza informatica, ma di sicurezza della società.

Scopri altri nostri articoli
Cos’è il Machine learning e perché migliora l’esperienza utente
Stampa 3D: la strategia vincente per le aziende
Cos’è Kurbernetes e perché dovresti conoscerlo

Simone Catania

Classe 88, nato e cresciuto ai piedi dell’Etna, il cognome non mente. Non scrivo l’apostrofo invece dell’accento. Addomestico la punteggiatura per professione.

X