Un’analisi competitiva è alla base di ogni business che vuole analizzare la concorrenza e redigere un ottimo piano di marketing. L’analisi competitiva infatti non serve solo per determinare quale tipo di prodotti realizzare e lanciare sul mercato. Bisogna prima fare un passo indietro e dare uno sguardo complessivo a chi sono e cosa vogliono i tuoi clienti, studiare il tuo settore e i competitor. Se conduci un’analisi competitiva nel modo giusto potrai sviluppare un piano di marketing mirato e creare un prodotto che abbia le carte in regola per vincere nel mercato.

Cos’è un’analisi competitiva?

L’analisi competitiva è uno studio del contesto competitivo in cui s’inserisce la tua azienda o il tuo prodotto/servizio. In parole semplici, si tratta di analizzare e studiare punti di forza e di debolezza dei competitor in relazione alla propria attività. L’obiettivo dell’analisi competitiva è quello di raccogliere informazioni essenziali per trovare una “linea d’attacco” e sviluppare così un piano di marketing che permetta di farti strada tra la concorrenza.

Perché eseguire un’analisi della concorrenza?

Un’analisi della concorrenza nel quadro generale di un’analisi competitiva ti aiuterà a capire meglio il mercato e i suoi attori. In questo modo potrai studiare come collegare la tua attività e il tuo prodotto alla realtà già preesistente. Ricorda che analizzare la concorrenza non vuol dire studiare e copiare le loro strategie!

Sei passi per condurre un’analisi competitiva

Condividiamo i seguenti 6 passaggi per possono servirti da spunto per eseguire la tua analisi competitiva. Puoi regolare i parametri in fase di lavoro in base alle tue necessità. Dai risultati dell’analisi della concorrenza confronti con la tua realtà, potrai creare un piano di marketing mirato.

Fai un’analisi della concorrenza

Crea una lista di tutte le aziende che possono essere considerate come concorrenti sul mercato e classificarle per categoria e prodotto/servizio offerto. Seleziona e analizza i tuoi competitor a seconda del tuo obiettivo. Ti renderai conto che ci sono così tante aziende sul mercato che dovrai fare una selezione per la tua analisi. Metti al centro il tuo prodotto: quali sono le aziende simili a cui i tuoi clienti potrebbero essere interessanti?

Crea due gruppi: competitor reali e competitor potenziali

I competitor reali includono tutte quelle aziende che rappresentano una possibile minaccia di concorrenza alla tua azienda. Sono aziende che hanno il tuo stesso target con il quale rischi di “condividere” la clientela. I competitor potenziali includono tutte le aziende che non operano strettamente nel nostro mercato, ma possono decidervi di entrarne e possono in qualche modo soddisfare le esigenze dei nostri clienti.

Identifica somiglianze e differenze

Il passo successivo è quello di guardare più da vicino alle singole aziende concorrenti. Come si presentano al pubblico? Sotto quale motto operano? Quali sono i colori che utilizzano per il loro prodotto? In questa fase puoi adottare un approccio più globale o analizzare specifici dettagli a seconda delle tue esigenze. Quali sono i punti di contatto con il competitor? Come puoi lavorare per differenziarti e possibilmente superare la concorrenza? Analizza in questa fase aspetti come slogan e immagine. Potrebbero servirti in un secondo momento per creare qualcosa di innovativo non ancora presente sul mercato.

Crea una tua identità

Quando cerchi di trovare il tuo posto nel mercato devi trovare una via di mezzo tra aspetti vincenti delle aziende con cui cerchi di competere e una tua linea personale. Alla base deve comunque emergere la tua originalità e autenticità nel mercato.

Cerca la tua nicchia

Con un’idea generale delle caratteristiche dei tuoi competitor, visualizza la tua posizione con un grafico cartesiano. Questo strumento ti aiuterà a “vedere” dove posizionarti nel mercato. Includi nel grafico informazioni sulla concorrenza basate su diverse polarità come ad esempio: basso costo vs alto costo; bassa qualità vs alta qualità; tradizionale vs contemporaneo; focalizzato sulle persone vs automatizzato/scalabile, ecc.analisi competitività

Determina il tuo obiettivo

Basandoti su tutte le informazioni che hai ora a disposizione, comincia a guardare verso di te identificando quello che funziona nella tua azienda o nel tuo prodotto e cosa no. Chi sono i tuoi clienti? Cosa desiderano da te? Analizzare la tua posizione attuale ti permetterà di definire i tuoi obiettivi futuri. La domanda conclusiva della tua analisi competitiva dovrebbe essere: perché i tuoi clienti dovrebbero scegliere te e il tuo prodotto anziché la concorrenza?

Leggi anche
Come e perché basare il tuo processo con Design Sprint
Tre domande che dovresti porti prima di avviare una startup
Perché una startup fallisce? 20 cause che portano al fallimento di un business

Stephanie Ospina

Amo appassionare i lettori tramite lo storytelling. Come redattrice online voglio aiutare le aziende a conoscere e sfruttare le possibilità offerte dalla trasformazione digitale.

X